Papa Francesco dispone “24 ore per il Signore”

632

CIVITAVECCHIA – Un giorno intero per consentire, a quanti lo desiderano, di accostarsi al sacramento della penitenza, è questo il significato dell’iniziativa «24 ore per il Signore» che la chiesa mondiale celebra i prossimi 28 e 29 marzo e che per la diocesi di Civitavecchia-Tarquinia avrà luogo nella Cattedrale di Civitavecchia. L’iniziativa, promossa da papa Francesco e organizzata dal Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, prenderà il via alle ore 18 di venerdì 28 marzo con la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Luigi Marrucci, per concludersi il giorno successivo con un doppio appuntamento: alle ore 17 il canto dei vespri e la benedizione eucaristica e, alle 18, la messa con monsignor Marrucci.

Nell’arco della giornata la chiesa rimarrà aperta per tutto il tempo con l’adorazione eucaristica e i sacerdoti a disposizione per le confessioni. «Sarà un giorno per ritrovare “la verità su stessi” e la luce della misericordia nelle tante notti che circondano l’uomo.» Così l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, ha presentato l’iniziativa, vissuta in concomitanza in tutte le diocesi del mondo, invitate a lasciare almeno una chiesa aperta nelle ventiquattro ore. «La speranza – ha spiegato monsignor Fisichella – è che l’evento, posto a ridosso della IV domenica di Quaresima, nella quale il Vangelo propone il tema della misericordia, possa diventare una tradizione nella vita della Chiesa come espressione dell’impegno per la nuova evangelizzazione».