Domenico Pengo è il nuovo presidente diocesano dell’Azione Cattolica

619

Quarant’anni, laurea in Agraria, insegnante di scuola media con una precedente esperienza di sindaco nel Comune di Monte Romano. Domenico Pengo è stato nominato dal vescovo Luigi Marrucci nuovo presidente diocesano dell’Azione Cattolica dopo un lungo iter che ha visto l’Associazione riunirsi prima in un assemblea elettiva e successivamente in un consiglio per la proposta dei candidati al vescovo.

«Continua il mio servizio nell’Azione Cattolica per la Chiesa di Civitavecchia-Tarquinia, un’esperienza iniziata in tenera età, che mi ha visto crescere nella parrocchia di Monte Romano, e che ha sempre caratterizzato la mia vita», ha dichiarato il nuovo presidente.
È stato il vescovo Marrucci, intervenendo lo scorso 7 aprile al nuovo Consiglio dell’associazione, ad annunciarne la nomina pregando affinché i nuovi componenti «si rendano espressione viva di una Chiesa che vuole essere comunione» e chiedendo loro di «essere costruttori di fraternità e di comuni percorsi formativi, con l’augurio di essere “sale e luce” all’interno dell’intera associazione».
Un’attenzione particolare quella di monsignor Marrucci verso l’Azione Cattolica che si è manifestata anche con la nomina degli assistenti ecclesiastici. Per la prima volta, infatti, oltre a confermare don Vincenzo Dainotti come assistente dell’associazione, il Vescovo gli ha affiancato don Leopold Nimenya come assistente dei giovani, e don Herbert Djibode Aplogan assistente dei ragazzi.
«Proprio da queste indicazioni e dal lavoro fatto dal precedente presidente, Massimiliano Solinas, – spiega Domenico Pengo – vogliamo ripartire per il nuovo quinquennio, radicando maggiormente la nostra presenza nelle parrocchie».  Presente, attualmente, in dieci comunità «non in tutte – sottolinea il neopresidente – abbiamo le componenti giovani e ragazzi. Cercheremo in primo luogo di arricchire la partecipazione dove già siamo, cercando però di rispondere anche alle esigenze delle parrocchie che chiedono di poter iniziare l’esperienza dell’associazione». Questo, aggiunge Pengo, «con l’obiettivo di essere corresponsabili della Chiesa diocesana collaborando con gli uffici pastorali e le altre realtà presenti».
Nell’immediato, il presidente ha annunciato già dalla prossima estate «la ripresa dell’esperienza dei campi diocesani per i giovanissimi, che finora venivano svolti a livello parrocchiale, e un lavoro di programmazione sia annuale che triennale». Tra i progetti anche «percorsi di accoglienza e formazione per i nuovi soci, iniziative per curare e far crescere i responsabili e gli incaricati parrocchiali con una scuola associativa, iniziative sociali e proposte per la società civile».
Il nuovo consiglio diocesano dell’associazione, oltre al presidente ed ai tre assistenti ecclesiali, vede anche Maria Grazia Barbera (vice presidente Settore Adulti), Fabiola Falcone (vice presidente Settore Giovani), Massimiliano Solinas (responsabile Settore Ragazzi), Paola Maestri, Claudia Brunori, Giorgio Melone, Lara Farisei e Fabrizio Mancini.