“Voja de lavorà (2)”

24

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Voja de lavorà (2)”

Sto sinneco lo trovo dappertutto
Ma no ar commune ndo dovrebbe sta’
A lui i problemi che cià la città
Stanno come la sete cor prosciutto

Je so’ indiggesti je fanno fa er rutto
Er porto, la centrale? lascia stà
La città sporca? Che potemo fa?
Nun se po’ proccupà sempre de tutto.

A lui je piace tanto annà a passeggio
Strigne le mano e salutà la gente
E si in città annamo sempre peggio

“Pe sarvavve mettete er sarvagente”
E nu lo dice pe cercà er dileggio
Er sinneco lo fa senza fa gnente

Pasquino dell’OC