“L’assessore”

527

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “L’assessore”.

C’è n’assessore che le sbaja tutte
Ogni cosa che fa je torna indietro
Misura le cazzate ormai cor metro
Dovrebbe mascherasse coe bautte.

Le cose belle e quelle che so’ brutte
Le guarda da davanti e poi da dietro
Ma manco co’ le chiavi de san Pietro
Capisce quali ha da mannà distrutte.

Pe’ la pescicultura sto scudiero
Quanno ha detto coll’aria assai servile
Che nun sapeva un cazzo, forse è vero.

E pure quanno ha detto ch’è civile
Seppellì er feto dentro ar cimitero
Faceva concorrenza ai baciapile.

Sta mejo in un ovile?
Nun te risponno, vojo stamme zitto
Ma er sacco voto nun s’arregge dritto.

Pasquino dell’OC