“Er cristiano”

0
191

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Er cristiano”

Pare che tanto tanto tempo fa
In un paese povero e lontano
Nasceva in una grotta quer cristiano
Che diede ar monno un po’ d’umanità.

Oggi se dice ch’adera un bonista
Lui voleva amicizia e fratellanza,
E je diedero carci ne la panza
Perché parlava come un communista.

Er ricco, dice, è come er poveraccio
Nun ce sta er bianco er nero e manco er giallo,
Vorrebbe mannà tutti sur cavallo

Chi vive ne ‘na reggia e chi all’addiaccio
Chi sta ner fango e chi sta ner cristallo
Vorrebbe tutti stretti in un abbraccio.

E allora sai che faccio?
A chi me dice d’esse sarviniano
Je vojo domannà si adè cristiano.

Pasquino dell’OC

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY