Allumiere. Una festa per ringraziare chi ha combattuto contro il Covid

274

ALLUMIERE – Si è svolta venerdì pomeriggio presso il campo sportivo della Cavaccia ”La giornata del Grazie” organizzata dal sindaco Antonio Pasquini e dalla sua amministrazione. Questa manifestazione è stata fortemente voluta per ringraziare coloro che, durante la pandemia, si sono dati da fare supportando il sindaco e l’amministrazione comunale.

Tante le persone che hanno partecipato all’evento. Col sindaco Pasquini c’erano i membri dell’amministrazione comunale, il vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori e il capo della segreteria del consiglio regionale Paolo Bianchini. A dare il là Piero Monaldi, detto Dudu, ha fatto risuonare l’inno d’Italia che la giunta Pasquini ha dedicato a tutte le persone che hanno perso la vita e soprattutto ai tre cittadini di Allumiere: la signora Scocco, la signora Luchetti e il signor Sestili: per loro prossimamente verrà messa a dimora una pianta nel Parco del Risanamento in ricordo perpetuo.

“Al vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori e Regione Lazio va il nostro grazie di cuore per – ha spiegato Pasquini – la vicinanza al nostro paese e per l’importante è che ci hanno dato nel periodo della pandemia: 85 giorni di lock down che ha stravolto la vita di tutti”.

Il vicepresidente della regione Lazio Daniele Leodori, a sua volta, ha speso parole di elogio e di ringraziamento al sindaco Pasquini, all’amministrazione comunale “per l’ottimo lavoro svolto”; inoltre ha ringraziato tutti i volontari “per il grande impegno il grande cuore messo durante la pandemia”. Il sindaco ha ringraziato con una targa la Polizia di Stato presente con l’ispettore Coppola; i Carabinieri con il maresciallo Nuzzi; il comando della Guardia di Finanza con l’Ispettore Curi; i Vigili urbani di Allumiere con il vigile Francesco Durazzi e Pino Gori e l’Acea (per il drone): “Polizia e Finanza – ha evidenziato Pasquini – sono stati un prezioso supporto per il nostro comando dei carabinieri e per i nostri vigili: a loro il nostro grazie sentito”.

Sono seguiti poi due momenti di saluto ed encomio per due signore di Allumiere che con il loro lavoro hanno reso onore al paese. Il sindaco insieme alla dirigente scolastica Laura Somma ha salutato la maestra Patrizia Sestili che dopo tanti anni di insegnamento è andata in pensione. “Con la preside Somma abbiamo approfittato di questa occasione – ha proseguito il sindaco Pasquini – per ringraziare e per complimentarci con tutto il personale, gli alunni e le famiglie delle scuola dell’Infanzia, della Primaria e della Secondaria di primo grado per tutto il lavoro svolto e per i sacrifici fatti. Abbiamo ricordato ai bambini che per loro la nostra amministrazione comunale, in particolare col consigliere Sante Superchi, ha curato l’allestimento dei giochi nei parchi cittadini”.

A seguire c’è stata la targa di riconoscimento per la signora Valentina Vela, commerciante attivissima che ha chiuso la propria attività ultradecennale.

Un momento molto importante è stato il ringraziamento agli eccezionali volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa per il grandissimo è ottimo lavoro svolto durante gli 85 giorni di pandemia: “Abbiamo trasformato il comune in una caserma: questi volontari si sono comportati in maniera eccezionale. Hanno lasciato amori interessi e famiglie per dedicarsi completamente alla comunità e grazie al loro sacrificio abbiamo ottenuto un grande risultato. Un elogio particolare ad Alfonso Superchi e a Sonia Matricardi coi quali siamo diventati quasi inseparabili per far fronte a tutte le esigenze H24. Naturalmente il grazie va anche alla presidente della CRI Giulia Bonamici i cui volontari hanno affiancato le famiglie, hanno prestato servizio in farmacia e hanno fatto interventi anche fuori andando a Roma a prendere i medicinali e a Civitavecchia per la raccolta delle medicine e la distribuzione delle mascherine”.

Il primo cittadino di Allumiere ha poi tenuto a evidenziare “il grande impegno civico di responsabilità delle famiglie dei 21 casi positivi al covid che hanno rispettate al massimo tutte le regole evitando così la trasmissione del virus”.

Emozionante è stato il momento del saluto alla giovane mamma Marta Golino e alla sua bella bimba divenuta la mascotte di quei giorni durissimi. “Ringrazio fortemente il grandissimo dottor Mauro Mocci che ci ha supportato al massimo in tutte le nostre criticità, ci ha dato consigli preziosi, ci ha stimolato, ci ha aiutato e ha fatto rete: a lui il grazie della nostra amministrazione e di tutta la comunità di Allumiere”.

Il dottor Mocci ha portato i saluti e complimenti del direttore della ASL Roma 4, Giuseppe Quintavalle. Pasquini poi ha speso parole di elogio per tutti i suoi concittadini “che si sono comportati in maniera eccezionale” e poi nell’occasione si è scusato “coi cittadini per le ordinanze restrittive che sono stato costretto a fare in quei durissimi giorni, ma erano necessarie per la salute di tutti”.

Pasquini ha poi elogiato tutta la sua squadra di assessori, consiglieri e delegati “che sono stati fantastici: da solo non ce l’avrei fatta, ma insieme a loro, alla ASL, alle forze dell’ordine, alla Regione, alla prociv, alla Cri, ai volontari, ai commercianti, alle associazioni e a tutti i cittadini ce l’abbiamo fatta e abbiamo ottenuto un grande risultato. Ringrazio il mio Alter Ego h24 l’assessore Brunella Franceschini che mi ha supportato e sopportato; l’assessore Luigi Artebani semore presente; il consigliere Sante Superchi che ha organizzato e pianificato i rapporti coi cittadini, ha organizzato le attività per la ripresa del paese e ha risposto alle varie problematiche che si sono presentate via via; grazie a Tiziana Cimaroli che con la DS Laura Somma ha lavorato alacremente per la scuola sia prima che ora. Grazie a Carlo Camilletti che si è dedicato insieme ad Alessandra Sforzini ed Erasmo Pennesi alla porta a porta in particolare alle 21 abitazioni dei casi positivi e di chi stava in quarantena mantenendo il rispetto e l’anonimato. Grazie a Enrico Fracasa e a tutto l’ufficio dei servizi sociali con Irene Doviziani, Fabiola Bastianini e Sandra Bartoli che sono stati eccezionali e grazie al loro lavoro incessante siamo stati il comune che per primo ha dato i voucher regionali e governativi. Grazie a Dania Trotti e al suo contatto costante con i commercianti. Grazie dottoressa Annarita Giannini, a Silvia Sestili, Iole superchi, Sergio Ceraglia e Graziano Zannoni. Grazie al grandissimo cuore degli Amici della musica, dell’associazione Eureka, del Centro Anziani, dell’Unione Sportiva, della CM e degli Amatori, nonché a tutti i commercianti. Complimenti e grazie all’architetto Alessandro Pioli il quale in tutto il periodo non si è mai fermato e grazie al suo lavoro abbiamo portato avanti i progetti, dato il via ai lavori e fare le gare d’appalto”.

La CRI ha ringraziato la Contrada Sant’Antonio per la raccolta da loro effettuata. “Ho voluto poi ringraziare di cuore Piero Monaldi (detto Dudu) e Mario Buzzi (il conte) perché hanno portato l’allegria e la vita in un momento dolorosissimo del nostro paese donato la gioia con i flash mob ma soprattutto – spiega ancora Pasquini – con la creazione su FB di una radio con cui si è promossa Allumiere e continueranno a farlo facendo conoscere a tutti non solo il paese, ma anche tutte le sue eccellenze”.

In conclusione del pomeriggio Antonio Pasquini insieme agli amministratori comunali, al vicepresidente della regione Lazio Leodori, al coordinatore della Prociv di Allumiere Alfonso Superchi, al responsabile di Tarquinia Alessandro Sacripanti, alla responsabile di Bracciano Enza Vergari e della dirigente Lucrezia Casto hanno inaugurato la sede de corsi regionali della Prociv che inizieranno il 3 luglio presso il centro di La Bianca.