Successo oltre le aspettative per l’Associazione Velica

524

CIVITAVECCHIA – Il weekend del 5 e 6 aprile sarà ricordato, specialmente per i patiti della vela, per l’ottima riuscita della 2°tappa del trofeo kinder+sport2014 e del 1°trofeo challenge Santa Fermina, entrambi organizzati dalla ASD Associazione Velica Civitavecchia in collaborazione con il Sunbay Park Hotel. All’importante evento hanno partecipato 262 sportivi di 55 diverse società con relativi accompagnatori e familiari, 45 assistenti dello staff, il corso nazionale di formazione giudici di regata ed infine diversi albergatori della zona che hanno accolto centinaia di persone da tutta italia. Tutti numeri fondamentali per posizionare il primo mattone di una lunga serie di manifestazioni che l’ASD, insieme alla struttura del Sunbay, potrebbe programmare nuovamente per il futuro per accreditare ancor maggiormente la location agli occhi della Federazione Italiana Vela e delle associazioni di classe nonché dei team ospiti.

Mario Pelliccione, presidente dell’Associazione Velica Civitavecchia dichiara: “Avevo fatto richiesta di assegnazione di questa regata già da giugno scorso, consapevole dell’impegno che avrebbe comportato, a settembre la prima condivisione, ad ottobre l’assegnazione, prime richieste di patrocinio e di collaborazione protocollate hanno vissuto le dimissioni del sindaco della città che non è stato un buon auspicio per noi, ma siamo andati avanti per mesi nonostante gli ostacoli presentati dalla burocrazia di un’amministrazione impegnata su altri fronti, la situazione economica non felice dei commercianti, la nostra associazione fantasma per la città che è stata supportata dalla nostra passione per la vela, dai commercianti che con grande sacrificio hanno creduto in noi, la complessità dei rapporti con enti ed istituzioni per noi alla prima esperienza, il duro lavoro di manovalanza necessaria all’adeguamento di una darsena turistica ad una location per barche a vela e bambini, fino ad arrivare alla sconfortante, selvaggia e diseducativa affissione abusiva di manifesti politici che hanno annientato i nostri dopo appena un giorno dall’affissione, danno enorme considerati i costi affrontati per noi considerevoli e della stampa e dell’affissione, senza considerare il mancato obiettivo, quello di informare la cittadinanza del magnifico evento. Questo è stato l’unico neo che ha ancora di più incrementato in me il disgusto di comportamenti politici non appropriati e per i quali intendo procedere ad una denuncia. Saluto ringraziando nuovamente tutti quelli che hanno collaborato e mi auguro che l’intento di far conoscere alla città anche la nostra realtà velica sia stato raggiunto”.