CRC. Con Erika Oddone un valore aggiunto tra gli accompgnatori

19

CIVITAVECCHIA – Sulla scia del progetto di crescita intrapreso da alcuni anni in casa CRC, confermata alla guida delle giovanili per gli accompagnatori/dirigenti UNDER 12 e 14 Erika Oddone. Una figura chiave non solo per il lavoro sulla organizzazione, ma anche nella gestione dei gruppi. Grande valore aggiunto, nel ruolo, Erika è delle maggiori collaboratrici per la segreteria infatti ha anche il compito di addetta stampa per elaborare i dati e le informazioni pre partita e post della serie A.

“Da tempo con il suo ingresso nello staff del Rugby Civitavecchia Erika va a coronare una splendida carriera da supporter e preparatrice di eventi – dichiarano dalla dirigenza biancorossa – E’ una vera donna di rugby e soprattutto un punto di riferimento per i giovani atleti/e del CRC. Con l’offerta tecnico-organizzativa di cui dispone il Rugby Civitavecchia siamo sicuri possa crescere come promotrice e diventare un punto di riferimento per tutto il CRC.”

“Quest’anno puntiamo soprattutto a crescere”, aggiunge Erika guardando alla nuova stagione. “Non ci diamo obiettivi alla giovanili legati a risultati o a posizioni in classifica ma puntiamo su un progetto di crescita individuale degli atleti/e che ci porti a crescere anche a livello di gruppo. Sempre in ottica sviluppo del rugby continueremo la nostra attenzione al settore giovanile punto fermo ormai da tempo dei nostri progetti. Ogni anno grazie a questa collaborazione giovani e volenterosi nuovi atleti/e rugbisti entrano a far parte della nostra famiglia”.

Erika Oddone racconta dei primi allenamenti in campo al rettangolo di gioco del Moretti della Marta con i combattenti rugbisti del CRC: “E’ stato un inizio senza dubbio positivo, abbiamo trovato un gruppo di atleti/e pronte e con tanta voglia di giocare. Ci sono davvero buoni presupposti per fare bene. Pensavo sarebbe stato difficile dopo tante problematiche dovute al periodo particolare, invece il team è riuscito da subito a impostare il rapporto giocatore-allenatore-staff. Sento il rispetto degli atleti/e e dei genitori e questo mi fa piacere … E’ fondamentale per portare avanti nel migliore dei modi il mio compito e quello dei miei amici rugbisti dello staff del CRC”.