“Perché quelle centraline nell’ex area Italcementi?”

270

CIVITAVECCHIA – Cittadini preoccupati ci riferiscono che in alcune zone circostanti l’ex stabilimento Italcementi, si stanno posizionando quelle che sembrerebbero centraline di monitoraggio ambientali tarate per il rilievo di polveri o fibre aereodisperse.

Considerando che il sito industriale, in stato di completo abbandono da molti anni, per ciò che è facilmente intuibile, dovrà essere messo in sicurezza e bonificato dalla presenza di materiali non escludendo tra questi l’eternit, viene spontaneo pensare che tali dispositivi debbano servire a prevenire possibili inquinamenti dei contesti urbani interessati, peraltro densamente popolati e con la presenza di scuole primarie e secondarie.

Per tali motivazioni, chiediamo al Sindaco responsabile della salute pubblica, se non ritenga opportuno operare una dovuta informazione alla cittadinanza e fornire delucidazioni su quelli che sono i programmi riguardanti l’area ex Italcementi ed I rapporti convenzionali con la società proprietaria.

Sulla circostanza, sarà mia cura avviare i necessari atti istituzionali.

 

Patrizio ScilipotiConsigliere comunale Onda Popolare