L’Unione Inquilini scrive al Sindaco Tedesco: “Servono interventi concreti per l’emergenza sfratti”

14

CIVITAVECCHIA – L’Unione Inquilini Civitavecchia ha scritto al Sindaco Ernesto Tedesco ponendo alla sua attenzione la lettera predisposta dalla Segreteria Nazionale Unione Inquilini per sindaci, assessori e prefetti in occasione della IX Giornata nazionale Sfratti Zero, in programma il prossimo 10 ottobre.

L’Unione Inquilini di Civitavecchia – si legge nella nota inviata al Primo cittadino – partecipa alla giornata perché la nostra città è caratterizzata da un forte disagio abitativo rappresentato dalle numerose convalide di sfratto pronunciate dal Tribunale, la cui esecuzione è sospesa fino al 31 dicembre 2020. Circa 600 famiglie rimangono in graduatoria e attendono da anni l’assegnazione della casa popolare, perché non si reperiscono nuovi alloggi ERP; manca una politica abitativa per il riuso del patrimonio pubblico e privato lasciato in abbandono che potrebbe essere destinato ai fini di edilizia residenziale pubblica a canone sociale; oltre 400 famiglie hanno fatto richiesta del contributo straordinario per l’affitto nell’emergenza Covid e attendono ancora di ricevere il pur minimo contributo. La precarietà abitativa di tante famiglie di Civitavecchia in condizioni economiche disagiate è diventata ancora più pesante in conseguenza degli effetti dell’emergenza Covid. La invitiamo pertanto ad attivarsi per sostenere le richieste avanzate nella lettera della Segreteria nazionale e Le chiediamo di assumere tutte le iniziative atte a dare risposte concrete alle questioni sollevate e alle attese dei cittadini a cui viene negato il diritto inalienabile alla casa”.