Comitato Parenti Madonna del Rosario: “Rapporti interrotti con la Asl perché non gradisce i nostri comunicati”

0
1488

CIVITAVECCHIA – Interruzione di ogni rapporto di interlocuzione con la Asl Roma 4. E’ quanto denuncia il Comitato Parenti Madonna del Rosario Civitavecchia che, dallo scorso 11 maggio, non avrebbe più modo di rapportarsi con l’azienda sanitaria circa la situazione dei degenti ospitati dalla struttura di via Buonarroti, dove l’emergenza Covid ha causato da marzo a oggi 43 casi positivi e ben 22 decessi. Motivo di questa brusca interruzione dei rapporti, come riferisce lo stesso Comitato, alcuni comunicati stampa sulla situazione e la gestione dell’emergenza all’interno della Rsa risultati poco graditi all’azienda sanitaria, secondo cui verrebbe diffuso “in maniera distorta il contenuto delle interlocuzioni”, con “rilievi critici destituiti di ogni fondamento”. Per la Asl, dunque, una condotta così “irrispettosa” da motivare l’interruzione immediata, in piena emergenza, dei rapporti con il Comitato.

“Il giorno 11 Maggio, in qualità di Comitato, abbiamo fatto un comunicato stampa a seguito di un incontro alla presenza di alcuni dirigenti dell’ASL Roma 4 nella sede dell’Ente – si legge in una nota del Comitato – Alla riunione erano presenti otto membri del nostro comitato. L’argomento delle varie riunioni tenute con la ASL ha sempre riguardato la salute, la condizione emotiva e la vita dei nostri cari, per questo l’interesse è sempre stato altissimo per capire come risolvere i problemi dei nostri parenti, tanto da giustificare la presenza ad ogni incontro di due, quattro se non otto componenti. Questo perché dal giorno 5 Marzo non abbiamo più potuto visitarli e le notizie erano a volte assenti, confuse o marginali. Ricordiamo che il giorno 5 Marzo, data della chiusura della struttura per emergenza Covid, all’interno erano presenti 55 pazienti. Dal 9 Marzo al 17 Maggio 43 nostri cari sono risultati positivi Covid e 22 sono deceduti. Quindi la nostra presenza e assiduità nel chiedere informazioni e soluzioni era ben motivata, fino a quando, con nostra grande sorpresa abbiamo ricevuto una lettera ufficiale da parte della Asl Roma 4 (in allegato) dove ci venivano contestati rilievi critici destituiti di fondamento. Questo portava alla interruzione di ogni interlocuzione dei rapporti da parte della Asl Roma 4 con il nostro Comitato”.

“Siamo sbigottiti ed esterrefatti – concludono dal Comitato – che in un momento così particolare, difficile e doloroso per noi, si possa agire in questo modo, oltretutto da parte di un ente pubblico come è l’ASL Roma 4, gestito interamente con soldi pubblici.”

Alleghiamo la risposta della ASL alla nota COMITATO PARENTI MADONNA DEL ROSARIO

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY