Movida, controlli a tappeto della Polizia: un arresto e tre denunce

0
372

CIVIAVECCHIA – Nella serata di ieri e sino alle 2 di stanotte, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Civitavecchia, diretto dal dr. Giovanni Lucchesi, sono stati impegnati in un capillare servizio di controllo straordinario del territorio, finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti che ruota attorno al fenomeno della “movida” nonché nelle vericfiche sul rispetto delle norme da parte dei gestori dei locali ubicati al Pirgo, centro di ritrovo estivo dei giovani civitavecchiesi.
Nell’ambito del servizio, è stato arrestato un giovane di 24 anni originario di Ladispoli poiché colto nella flagranza del reato di spaccio di sostanze stupefacenti e denunciati due giovani “compratori”.
Gli agenti del commissariato, dopo aver notato uno strano movimento di giovani attorno ad un B&B ubicato nel centro cittadino hanno effettuato un attento servizio di appostamento. Decisi ad intervenire per alcuni movimenti sospetti, hanno fermato due giovani appena usciti dalla struttura trovandoli in possesso di alcune dosi di cocaina.
Pertanto, effettuata una perquisizione all’interno dei locali in uso all’arrestato, hanno sequestrato 20 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e circa 500 euro in pezzi di piccolo taglio, provento dell’illecita attività messa in piedi dal ragazzo.
Durante il servizio sono stati effettuati 8 posti di controllo, identificate 80 persone e controllati 820 veicoli; un automobilista è stato multato perché trovato alla guida del veicolo privo di patente. Durante il servizio, sono state multate anche due cittadine straniere che, inottemperanti all’Ordinanza del Sindaco, stavano svolgendo attività di meretricio nella periferie cittadina.
In serata, l’attenzione della Polizia è stata rivolta alle verifiche amministrative che hanno interessato tre locali dediti alla somministrazione di bevande e cibo (bar/pizzeria).
Durante i controlli di Polizia Amministrativa, svolti in collaborazione con gli Ispettori della locale ASL, sono state rilevate 2 infrazioni. La prima per diffusione di musica all’esterno del locale mentre la seconda per le scarse condizioni igienico sanitari riscontrate all’interno di un laboratorio/cucina.
Dopo l’orario di chiusura, previsto nell’ordinanza sindacale, gli agenti della Polizia di Stato hanno accertato che uno dei locali al centro della movida estiva civitavecchiese non aveva ottemperato alla norma continuando a diffondere musica ad alto volume e pertanto veniva denunciato in stato di libertà per “disturbo al riposo delle persone”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY