La garbata ira dei commercianti contro la Domenica ecologica

0
193

CIVITAVECCHIA – I commercianti bocciano sonoramente l’isola ecologica di Dicembre. Lo fanno attraverso una lettera, dai toni garbati ma perentori, sottoscritta da numerosi esercizi del centro in cui lamentano gli effetti negativi che l’iniziativa in programma il prossimo 11 dicembre avrà sui loro ricavi e la mancata concertazione dell’Amministrazione comunale con la loro categoria, ritenuta scarsamente coinvolta e vessata dalla burocrazia e dalla tasse. Di seguito il testo integrale della loro lettera.

Cari Amministratori comunali,
permettetemi alcune considerazioni come semplice cittadina, ma soprattutto come titolare di una quarantennale attività nel commercio di vicinato. Considerazioni che offro come contributo per lo sviluppo della città e in particolare per il settore di cui orgogliosamente faccio parte.
Come ogni anno arriva il Natale e come ogni anno, per un motivo o per un altro, ci ritroviamo a cercare un dialogo con l’Amministrazione comunale di turno. Un anno ci sono i mercatini con le solite paccottiglie, un anno le luminarie, quest’anno le giornate ecologiche.
Il tutto deciso, come sempre, senza una minima concertazione con quel settore “il Commercio” che rappresenta oltre il 70% del Pil della città e dell’occupazione.
In questo mese di dicembre tre sono le domeniche che precedono il Natale, un Natale che già si prospetta molto sobrio in quanto è un periodo in cui il sistema sta vivendo una crisi spaventosa e proprio per questo una domenica viene dedicata all’ecologia per permettere a 30, forse 40 biciclette di percorrere le vie del centro, isolando la città e creando file interminabili di auto che nulla sanno della giornata ecologica.
Quanto scrivo è quanto osservato e vissuto nella precedente domenica ecologica. Proprio per questo ho cercato l’Assessore comunale all’Ambiente per spiegargli i motivi per i quali sarebbe molto meglio spostare le giornate ecologiche nel mese di gennaio e perché no, anche a febbraio e a marzo con la partecipazione di noi commercianti.
Purtroppo sembra che tutto sia già stato deciso da chi non ha idea di cosa sia una partita IVA, alzare ogni giorno una serranda o allestire un banco. Neanche gli interventi di sindacati del settore, come Confcommercio o interventi di partiti politici che, giustamente, suggeriscono di spostare tali giornate in periodi meno importanti hanno avuto seguito e questo la dice lunga su quanto questo settore viene preso in considerazione.
Mi permetto di sottolineare con forza che un buon governo cittadino si basa sulla concertazione, sul dialogo, sull’ascolto finalizzato al miglioramento della qualità della vita, sulla condivisione degli obiettivi con i lavoratori tutti, soprattutto con coloro che rappresentano il tessuto socio economico della città.
È divenuto stancante parlare del circuito virtuoso del commercio dove se viene a mancare anche un solo anello la catena si blocca. Resta difficile, forse anche inutile, spiegare che i pochi negozi di vicinato rimasti sono la salvezza delle nostre tradizioni. È divenuto impossibile aprire gli occhi ai dormienti e mostrare loro quanti negozi sono ormai chiusi e quei pochi coraggiosi ancora rimasti lottano quotidianamente con i tempi lunghi della burocrazia, contro l’abusivismo, contro la contraffazione dei prodotti, contro la concorrenza sleale, contro lacci, laccioli, balzelli o splendide idee come questa della giornata ecologica.
Comunque anche quest’anno vi ringraziamo per quanto non fatto, per la mancanza di dialogo, per la poca considerazione che rivestiamo per i 365 giorni dell’anno tranne il momento in cui il nostro nome e il nome delle nostre aziende appare sui bollettini di pagamento. In quel momento conoscete tutti noi e per ognuno di noi avete il vostro mirato pensiero. Grazie

Franca Costantini – “Erboristeria La Mimosa”
Ilaria Mei – Un’altra Mimosa
Anna Torri – Galleria del Libro
Angela Costantini – L’unico
Marco Sargolini – Angolo 88
Ilaria D’amico – Gioiellerie D’amico La Valle
Benilde Giannini – Lucia Abbigliamento
Cristiana Piroli – Very Important Pet
Piera Esposito – Tendenze Casa
Luciana Zampolini – La Bottega del Buon Gustaio
Maria Cira Striano – Igloo
Daniele Minchillo – Il Mondo Fatato
Antonella Pais – Graffiti
Amanda – Cairns Little Gem
Sonia Gagliardi – Effetti
Rita Bizzarri – Apò Idee Regalo
Mariano De Propris – Blizzard
Anzuinelli E Vergati – Maga Magò
Marcello Anelli – Armeria General Store
Rosa Gagliardi – Il Quadrifoglio
Daniele Derosas – Balloon Party
Giuseppe Peraino – Bartolozzi
Alessandra Accica – Sebastiani Enoteca
Kaspita
Fabio Corrias – Enoteca Cavacini
Fabio Malavasi – Malavasi
Stefano Sacconi – Sacconi Alimentari
Glamour Sas
Enrico Montanucci – Montanucci Bomboniere e Dolciumi
Blu Line – Gioielleria
Roberto Guerrucci – Calzature Guerrucci
De Luca – Shoes
Walt Disney Gadget
Passerini – Ferramente del Mercato
Stefano Franchi – Laboratorio Orafo
Paolo De Mutis – Florarte
Meggiorini – Group Studio Immobiliare
Ezio Eusepi – Casa del Parrucchiere
Apò Che Gusto – Caffetteria Enoteca
Enrico D’amore – EG TRADING SRL
Mirella Usai – La Maison
Maura Mazzei – Numismatica d Filatelia
Anna Maria Ziaco – Headlab
Maurizio Mauro – Mama Cafè
Arianna Vecchiato – Facil
Rolando Boscolo – Caffè dei Portici
Simona Burro – Buterfly 0/16

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY