CSP in perdita o risanata? Si accende lo scontro

0
102

CIVITAVECCHIA – Botta e risposta tra sindacati e Movimento Cinque Stelle sullo stato di salute di CSP e delle partecipate. Fiadel, Ugl e Usb avanzano infatti forti dubbi sulla tenuta economica di Civitavecchia Servizi Pubblici, accusando la passata Amministrazione Cozzolino. Accuse in linea con quelle avanzate dal Vice Sindaco Massimiliano Grasso.

Tutte o quasi le attività sarebbero in perdita dalla raccolta differenziata, al trasporto pubblico locale, ai parcheggi – affermano in una nota congiunta le tre sigle sindacali – Perfino le farmacie comunali che su quasi tutto il territorio nazionale sono in attivo mentre a Civitavecchia sono in perdita. A questo punto occorre valutare se la scelta di aumentare i punti vendita (scelta della precedente amministrazione non condivisa con le OO.SS. In commissione paritetica) abbia da una parte aumentato i costi fissi (affitti, servizi, arredamento, attrezzature e personale) e dall’altra scatenato un massiccio ricorso alle economie di scala da parte delle farmacie private e parafarmacie? Le voci oramai incontrollate in merito al mancato pagamento degli stipendi per il 27 settembre prossimo fa si che i lavoratori di CSP siano molto preoccupati sul futuro della società costituita solo due anni orsono con i loro sacrifici possa essere già in grave crisi tanto da non poter far fronte neanche al pagamento degli emolumenti. Come organizzazioni sindacali fin dagli albori della nascita della nuova società avevamo richiesto al Sindaco Cozzolino ed al Dott. De Leva di condividere le scelte gestionali attraverso la discussione nella commissione paritetica, nonché sempre in quella sede richiedemmo di conoscere l’importo dei costi di gestione, la consistenza numerica della pianta organica, degli inquadramenti del personale. La commissione paritetica secondo l’accordo di maggio 2017 doveva affiancare la dirigenza societaria nel suo percorso di crescita e sviluppo, ma purtroppo questo non è stato possibile in quanto le altre sigle sindacali CGIL CISL UIL disertavano sistematicamente gli incontri fino a dichiarare unilateralmente chiusa quella fase”.
Da Ugl, Fiadel e Usb, infine, una stoccata alla nuova amministrazione: “E’ ora che la nuova amministrazione fissi una riunione urgente della commissione paritetica con tutte le o.s. o chi vuole partecipare e la smetta di seguire la pessima abitudine delle riunioni separate, come quelle degli ultimi giorni, degli incontri carbonari prima che ci vediamo costretti ad applicare tutti i metodi che abbiamo per tutelare i lavoratori di CSP”.

Dal Movimento Cinque Stelle la replica alle accuse dei tre sindacati e di Massimiliano Grasso tuttavia non si fa attendere: “È cosa nota che l’amministrazione Cozzolino, pagando sempre gli stipendi puntualmente, ha messo in atto un enorme lavoro di riqualificazione del comparto delle partecipate, nonostante le mille difficoltà: ha pagato i debiti senza chiedere i soldi alla cittadinanza, ha fornito i nuovi bus, ha fornito i mezzi e i materiali per la gestione del porta a porta, ha investito nella creazione di due nuove farmacie e spostato una terza in una posizione che ha permesso un significativo aumento degli introiti. In ultimo sono stati adeguati i corrispettivi dei contratti di servizio. Di contro non sappiamo cosa l’amministrazione Tedesco abbia messo, o abbia intenzione, di mettere in campo per proseguire in questa azione”.
Il M5S avanza quindi dieci domande all’Amministrazione Tedesco: “Perchè alcuni contratti di servizio, ad esempio il trasporto pubblico locale che la precedente amministrazione aveva adeguato, non sono stati ancora firmati? Ciò porterebbe maggiori introiti. Sono stati firmati i contratti con i fornitori dei mezzi per il porta a porta acquistati dal Comune, permettendo a CSP di risparmiare il costo dell’affitto dei mezzi quindi minori spese? Quanti sono i lavoratori interinali assunti (maggiori spese)? Perchè i lavoratori del verde, che erano stati ‘promossi’ al porta a porta con adeguamento contrattuale, sono stati rimessi al verde e nonostante questo si fa un altro affidamento esterno per il verde (maggiori spese) oltre a rendere necessario altro personale interinale? A che punto è l’acquisizione delle patenti e del CQC da parte dei dipendenti che si sono detti disponibili (minori spese)? I dipendenti del servizio idrico sono passati tutti ad AceaAto2 (minori spese)? Quanto è stato speso da CSP per sistemare i bagni alla marina entro questa estate, lavori che il comune avrebbe potuto fare alla fine dei lavori della terrazza guglielmi? Viene usato il programma informatico attualmente a disposizione per l’ottimizzazione dei giri del porta a porta? E quindi è stato calcolato il fabbisogno reale per la gestione del porta a porta? Perchè è stato fermato il bando di assunzione a tempo indeterminato di una parte dei lavoratori che avrebbe permesso di abbassare la necessità di lavoro interinale? Le possibilità di far funzionare le partecipate ci sono eccome, basta saperle vedere”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY