“Al Marconi con le lingue per l’Europa… ed oltre”

0
205

CIVITAVECCHIA – 214! Questo il numero degli attestati e delle certificazioni linguistiche consegnate agli studenti dell’ Istituto Marconi mercoledì 15 marzo scorso nella sala consiliare “R. Pucci”, in una bellissima festa delle lingue dedicata a quegli studenti che con impegno e sacrificio hanno deciso di potenziare le lingue straniere aderendo ai molteplici progetti messi in campo dalla scuola diretta dal Prof. Nicola Guzzone.
L’VIII edizione della cerimonia “Al Marconi con le lingue per l’Europa … ed oltre” è stata aperta dall’intervento del Sindaco Ing. Cozzolino che, piacevolmente sorpreso dall’elevato numero di alunni meritevoli e dalla varietà delle lingue studiate al Marconi, si è congratulato con gli studenti spronandoli ad impegnarsi sempre di più nel campo linguistico.
Presenti ovviamente i docenti esperti madrelingua che curano i corsi mattutini e pomeridiani di potenziamento linguistico e che da anni collaborano con il Marconi ottenendo eccellenti risultati, come la prof.ssa Spalletta Cinzia che, dopo aver scatenato un appassionato applauso dopo il suo “entonces” iniziale, ha consegnato oltre 70 certificazioni DELE di lingua spagnola.
Presente anche la prof.ssa Maiko Hiramatsu, affiancata dalla referente per le lingue orientali prof.ssa Celani Carla, con il suo nutrito gruppo di corsiti appassionati della lingua e della cultura giapponese che recentemente ha accolto all’istituto Marconi una delegazione del comune di Ishinomaki per organizzare un prossimo scambio di studenti.
La Prof.ssa Masha Mattioli, esperta madrelingua per il francese, è stata affiancata nella consegna delle certificazioni DELF dalla Dott.ssa Helena Ferrari, membro dell’Ufficio di Cooperazione Linguistica/Educativa dell’Ambasciata di Francia. La Dott.ssa Ferrari, fino a qualche anno fa anche essa docente madrelingua al Marconi, ha ricordato alla platea che l’innovativo progetto di bilinguismo “Una Lingua in + per l’Europa”, ideato dalla commissione Innovazione Didattica dell’Istituto Marconi oltre un decennio fa, fu subito accolto con favore dalla allora responsabile della cooperazione linguistica dell’ambasciata francese, Dott.ssa Virginie Salles e che le referenti del progetto Prof.sse Andreoli Franca e Panico Patrizia vennero invitate a presentare tale percorso formativo ad un seminario di didattica innovativa per la lingua francese alla presenza di dirigenti e docenti di diverse scuole secondarie del Lazio e del centro Italia.
Dopo un breve ma gradito intermezzo musicale con un brano al sax dello studente Pierini Giorgio, graditissima ospite, la Dott.ssa Dinardo Carmela, direttrice della InLingua School locale e rappresentante locale della Cambridge University, accompagnata dagli esperti madrelingua Michelle Oropollo, Curtis Ogren, Joanne Jacobs e Luca Di Giacomo, ha consegnato oltre 50 certificazioni ESOL Cambridge di livello B1 e B2. Ringraziata dalla Prof.ssa Andreoli per la ventennale collaborazione e per i preziosi consigli che hanno consentito la realizzazione di tanti progetti ed il raggiungimento di importanti risultati nel campo delle lingue, la Dott.ssa Dinardo, ha sollecitato i ragazzi ad impegnarsi nello studio delle lingue e a porsi sempre nuovi traguardi.
Un grazie affettuoso e riconoscente è stato anche rivolto all’ Ing. Pasquale Luzzaro, sponsor storico dei progetti di bilinguismo dell’istituto Marconi, che ha onorato l’evento con la sua gradita presenza.
Alcune certificazioni di livello FIT 1 per la lingua tedesca e numerosi attestati di frequenza sono stati poi consegnanti dalla Prof.ssa Elda Rocchi a premiare chi ha scelto una lingua di nicchia e non di facile approccio, ma molto richiesta soprattutto in campo industriale per i nostri tecnici. Novità di quest’anno ‘scovata’ dal prof. Zonta, il concorso internazionale di traduzione “Juvenes Traslatores” per il quale l’Istituto Marconi, selezionato tra le due scuole rappresentative della regione Lazio, ha schierato cinque studenti, due per la traduzione dal francese e tre per la traduzione dall’inglese.
Ed alla fine, “the last but not the least”, l’intervento della dott.ssa Simona Di Lullo, responsabile della United Network, agenzia di formazione organizzatrice di IMUN Roma 2017, che ha spiegato ai presenti il progetto delle Model United Nations, una sorta di simulazioni delle assemblee delle Nazioni Unite e delle loro diverse commissioni dove, come spiegato da alcuni studenti che hanno partecipato a questa entusiasmante esperienza, i ragazzi vestono i panni di ambasciatori delle varie nazioni e dibattono su tematiche dell’agenda politica internazionale cercando alleanze e risoluzioni finali per una soluzione pacifica e diplomatica dei vari problemi che affliggono l’umanità, tutto ovviamente e rigorosamente in lingua inglese.
I 66 studenti del Marconi che quest’anno hanno aderito al progetto IMUN, presenti in sala in “formal dress” e con la loro placard, ed il filmato creato dallo studente Cimaroli Elia e riassuntivo delle 6 giornate di lavori IMUN, hanno esaltato la platea facendo intendere che il prossimo anno il numero delle adesioni ad IMUN 2018 sarà probabilmente molto più alto.
La chiusura al Dirigente Scolastico Prof. Nicola Guzzone che ha ringraziato famiglie, studenti e tutti i docenti del suo istituto che operano giornalmente con grande professionalità per offrire sia una didattica valida e di qualità, ma anche molteplici opportunità formative extra e para-scolastiche che rappresentano un importante valore aggiunto dell’ offerta formativa dell’istituto Marconi.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY