Fiumicino. A breve screening mammografici gratuiti

0
201

FIUMICINO – Tra qualche settimana un mammografo sarà in funzione e operativo presso il Poliambulatorio di via Coni Zugna a Isola Sacra per la diagnosi precoce del tumore al seno. È la notizia resa nota oggi, 8 marzo, durante una riunione nella sede comunale che ha visto, tra gli altri, riunirsi per fare il punto della situazione sanitaria del territorio il Commissario Straordinario della Asl Rm 3, dottor Giuseppe Legato, la dottoressa Elisa Gullino, Direttrice del Distretto sanitario di Fiumicino e il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino. Un servizio, quello della mammografia, fino ad oggi esternalizzato che sarà attivo presso una sala del presidio medico della località più popolosa del Comune sotto la supervisione e consulenza di medici dipendenti della Asl Rm 3.
“Oggi abbiamo parlato di diversi punti all’ordine del giorno – dichiara il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino – tra questi anche i prossimi passaggi che segneranno l’iter che ci porterà all’inizio dei lavori per la Casa della Salute di Palidoro. È stato bello, proprio oggi, sentire che la Asl Rm3 ha pronto un progetto dedicato alle donne e alla prevenzione con l’obiettivo di ridurre i rischi di cancro al seno. Il Comune di Fiumicino non solo lo condivide, ma farà di tutto per promuoverlo e diffonderlo in modo efficace”.
“Scommettiamo sulla prevenzione per una delle neoplasie più frequenti ma anche più trattabili e da cui spesso, grazie a una diagnosi precoce, si riesce a guarire – sottolinea il Commissario della Asl Rm 3, Giuseppe Legato – A breve spediremo le lettere per una campagna gratuita di screening mammografico rivolta alle donne del territorio. Prima questo tipo di inziative erano possibili solo in alcuni periodi. Grazie al mammografo già arrivato presso la nostra sede di via Coni Zugna e di proprietà dell’azienda, saremo in grado di promuovere una campagna continua di partecipazione e adesione al programma di prevenzione. Individuare l’insorgenza di una neoformazione aiuta medici e pazienti a intervenire con tempestività per mettere in atto – conclude Legato – protocolli efficaci contro il rischio di tumori al seno”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY