Usi civici, mozione del M5S: “La Regione ritiri la delibera del 2013”

321

CIVITAVECCHIA – “Ci sono coincidenze che fanno riflettere: sia il Comitato Usi Civici di Civitavecchia appena costituitosi, sia il gruppo consiliare M5S del Consiglio Regionale del Lazio chiedono il ritiro della Determina A07844, che ha fatto sorgere tanti problemi a tanti abitanti di Civitavecchia”.

A dichiararlo il consigliere comunale del M5S Emanuele La Rosa, che spiega: “Mentre il Comitato Usi Civici ha inviato venerdì scorso un comunicato alla stampa in cui lanciava una petizione per il ritiro della determina A07844, per coincidenza il sottoscritto. insieme al Dott. Daniele Natili, il consigliere comunale e metropolitanoa M5S Matteo Manunta, l’assessore Alessandro Manuedda e il presidente del consiglio di Civitavecchia Dario Menditto si sono recati nell’ufficio del Consigliere Regionale Devid Porrello per finalizzare una mozione che va proprio verso quella direzione. Per questa ragione proprio oggi abbiamo protocollato la suddetta mozione per ricominciare un percorso virtuoso sulla soluzione del problema legato agli Usi Civici a Civitavecchia. Mozione che ci aspettiamo che il Consiglio Regionale approverà all’unanimità. Ci teniamo a far capire alla comunità che gli Usi Civici sono uno strumento ottimo che va a favore della comunità, il problema attuale è legato ai tanti errori che sono stati fatti in passato e che la determina del 2013 ha reso efficaci causando l’enorme disagio che i cittadini stanno subendo. Come illustriamo nella mozione, la determina non è priva di difetti e, a causa della sentenza della Corte Costituzionale dello scorso 31 maggio, ormai inapplicabile. Vi sono, pertanto, tutte le ragioni per richiederne il ritiro”.

“Va anche detto – prosegue La Rosa – che il ritiro di questa determina è solo un primo passo, è importante che i ricorsi effettuati portino a sentenze utili per tutta la collettività ed è per questo che il Comune è presente in questi ricorsi con la propria avvocatura e con il proprio perito. Fugare ogni dubbio sulla natura demaniale su tutti i terreni di Civitavecchia è il passo fondamentale per delineare una soluzione finale per eliminare il gravame demaniale sul territorio di Civitavecchia – conclude La Rosa – senza pesare sulle tasche dei cittadini, i quali sono incolpevoli di questa situazione”.

“L’atto protocollato – spiega il consigliere regionale Devid Porrello – è un monito per la Giunta regionale di prendere in seria considerazione il disagio che le comunità locali, prima fra tutte Civitavecchia, stanno vivendo a causa di scellerate scelte fatte negli ultimi anni. L’impegno che vogliamo prendere é quello di trovare una giusta soluzione interessando, come già stiamo facendo, il Ministro competente e i nostri parlamentari”.