L’opposizione: “La maggioranza senza una linea e in ordine sparso su CPS”

37

CIVITAVECCHIA – Dai consiglieri comunali di minoranza riceviamo e pubblichiamo:

Nella Conferenza Capigruppo, riconvocata a seguito della risposta del Prefetto che era stato interpellato per fornire indicazioni specifiche sullo svolgimento del Consiglio Comunale che dovrà decidere sul futuro della municipalizzata CSP, la maggioranza, ad eccezione de La Svolta, ha deciso di celebrare l’importantissimo consesso tra le confortevoli mura domestiche piuttosto che tra i banchi dell’Aula Pucci.
In realtà la risposta del Prefetto è stata una riproposizione delle norme generali, in tema Covid, contenute nel recente DPCM mentre, proprio ieri, un parere dell’ANCI specifica che quando il Legislatore (vedi DL cura Italia) ha voluto introdurre disciplina derogatoria per le riunioni di Consiglio e Giunta lo ha fatto con una norma ad hoc.
Tra l’altro, proprio recentissima, una circolare del Ministero degli Interni lascia una totale discrezionalità circa le riunioni degli organi elettivi che possono essere tenute in presenza fermo restando le condizioni relative al distanziamento e l’utilizzo di presidi sanitari adeguati.
La verità è che questa maggioranza su questa tematica (e non solo) procede in ordine sparso con interessi di partito che, a nostro giudizio, sono distanti mille miglia dalle esigenze della Città che, specie in questo difficile periodo, non può permettersi un governo litigioso e incapace di trovare una linea condivisa.
Ultima nota di cronaca, la presenza del Sindaco affacciatosi alla Conferenza Capigruppo per capire quale fosse la decisione definitiva per la convocazione perché, parole sue, in caso di un Consiglio Comunale in presenza (anche se già da Lunedì si era deciso di limitare il pubblico ai soli giornalisti e alle rappresentanze sindacali) avrebbe dovuto disporre il blocco della circolazione di mezzi e persone nelle strade e nelle piazze adiacenti il Comune (!). Sic transit gloria mundi”.

I Consiglieri di Minoranza: D’Antò, De Angelis D’Ossat, Di Gennaro, Lecis, Lucernoni, Petrelli, Piendibene, Scilipoti, Tarantino.