Rimozione residuato bellico: tutte le disposizioni per l’evacuazione della zona interessata, si fermano anche i treni

666

CIVITAVECCHIA – A seguito del rinvenimento, il 15 aprile 2014 all’interno del Porto di Civitavecchia, nel corso di attività di riqualificazione e valorizzazione delle aree adiacenti la Fortezza Bramantesca del Porto di Civitavecchia, di un ordigno bellico inesploso, di circa 500 libbre, il Commissario Straordinario del Comune di Civitavecchia ORDINA:

1. L’evacuazione dell’area delimitata dalla linea di circonferenza calcolata sulla base del raggio di mt.300 a nord e di mt. 500 a sud dal luogo di ritrovamento dell’ordigno, dalle ore 07:30 a cessate esigenze del giorno 25 aprile 2014. Le abitazioni e le aree ricompresse nel perimetro di cui sopra sono quelle ricadenti nei seguenti ambiti: piazzetta Santa Maria, lato Roma, a partire dai civici 3 e 4; lungoporto Gramsci intersezione piazzetta Santa Maria; corso Marconi intersezione piazza Vittorio Emanuele; via A.Guglielmotti intersezione piazza Vittorio Emanuele, via Gorizia; via A.Guglielmotti; piazza del Conservatorio; via del Mercato; via Doria intersezione via del Mercato; via Traiana intersezione via F.Guglielmi; via F.Guglielmi; corso Centocelle, lato Grosseto intersezione via F.Guglielmi; corso Centocelle, lato Roma,intersezione via Calisse; via Calisse, tratto compreso tra corso Centocelle e via Stambi.; via Strambi, tratto compreso tra via Buonarroti e via Calisse; via Buonarroti, lato mare intersezione via Strambi; via S.Giovanni Bosco intersezione via S.Fermina; via Sofia De Filippi Mariani intersezione via Annovazzi; Sottopasso pedonale che da via De Filippi Mariani conduce a viale della Repubblica; viale Garibaldi, tratto compreso tra via S.Fermina e largo Plebiscito;

2. L’istituzione della disciplina temporanea di interdizione veicolare e di sosta vietata dei veicoli a partire dalle ore 07:30 fino a cessate esigenze del giorno 25 aprile 2014 nelle seguenti strade: piazzetta S.Maria; corso Marconi, tratto compreso tra piazzetta S.Maria e piazza Vittorio Emanuele; via Città di Fiume; lungoporto Gramsci, tratto compreso tra via Città di Fiume e via N.Sauro; via Dalmazia ; calata Laurenti ambo i lati del tratto compreso tra largo Plebiscito ed ingresso porto; largo Plebiscito; viale Garibaldi ambo i lati del tratto compreso tra largo Plebiscito e via S.Fermina; piazzale degli Eroi, intera piazza; largo Cavour; piazza Vittorio Emanuele, lato mare; via Gorizia; via A.Guglielmotti; piazza del Conservatorio; via Doria, tratto compreso tra piazza Vittorio Emanuele e via del Mercato; via N.Sauro; via Traiana, tratto compreso tra via Dalmazia e via F.Guglielmi; via Istria; via del Mercato; via Felice Guglielmi; corso Centocelle, tratto compreso tra largo Plebiscito e via Calisse; via Calisse, tratto compreso tra corso Centocelle e via Strambi; via Strambi, tratto compreso tra via Calisse e via Buonarroti; viale della Repubblica, tratto compreso via S.Fermina ed il civico 24; via Santa Fermina, tratto compreso tra viale Garibaldi e via S.Giovanni Bosco; parcheggio trincea ferroviaria tratto compreso tra via Vanvitelli e via Bernini; via G.Bruno; via A.Cialdi; via Fabbri; via Cesare Battisti; via Cavallotti; via Toti; vicolo Ranucci; via L.Cadorna; via Crispi; via Regina Elena; via Principe Umberto; via Sofia de Filippi Mariani, tratto compreso tra via S.Fermina e via Annovazzi; via Annovazzi, tratto compreso tra via Sofia De Filippi Mariani ed il civico 1; via Vanvitelli; piazzale Guglielmotti; via Buonarroti, tratto compreso tra corso Centocelle e via Strambi;

3. L’istituzione della disciplina temporanea di interdizione pedonale, nell’area indicata al punto precedente (punto 1.) a partire dalle ore 09:30 fino a cessate esigenze del giorno 25 aprile 2014;

4. L’inibizione al transito veicolare lungo tutto il percorso stradale interessato dal trasferimento dell’ordigno bellico dall’area di cantiere sita presso la Fortezza Bramante (interno porto) fino alla cava Sassicari (S.P. Bracciante Claudia) luogo dove avverrà il brillamento, durante il passaggio del veicolo dell’Esercito Italiano addetto al trasporto. Sono esclusi dall’interdizione: i casi determinati da comprovate necessità sanitarie, previa adozione delle conseguenti misure tecniche di salvaguardia dell’incolumità; tutti i soggetti che devono garantire, pur nell’emergenza, la sicurezza e la sanità pubblica (forze dell’ordine, sanitari, Vigili del Fuoco, Protezione Civile) che debbano transitare nell’area interessata all’evacuazione.

Il Commissario inoltre DISPONE che:

in largo Marco Galli, in favore:
a. della ARES 118 venga messa a disposizione un’idonea area pubblica per costituire un presidio sanitario di primo intervento per la popolazione;
b. del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Roma venga messa a disposizione una idonea area da adibire ad area di ammassamento;
c. del 6° Reggimento Genio Pionieri venga messa a disposizione una idonea area da adibire ad area di ammassamento;

in viale della Repubblica, in favore C.R.I., venga messa a disposizione una idonea area, nei pressi della Stazione Ferroviaria, per costituire un presidio sanitario di primo intervento in favore della popolazione e degli utenti dei mezzi di RFI in transito o in stazionamento forzato; vengano istituiti e curati anche da personale della Polizia Locale, dei servizi sociali del Comune di Civitavecchia e della C.R.I., centri di raccolta e di assistenza della popolazione evacuata a partire dalle ore 08:30 del giorno 25 aprile 2014, fino all’avvenuto allontanamento dell’ordigno e della dichiarazione della conclusione delle operazioni di messa in sicurezza con rientro alle abitazioni presso i seguenti siti: palazzetto dello sport sito in via Barbaranelli; istituto scolastico comprensivo “C. Laurenti” sito in via XVI Settembre n.15; oratorio Salesiano della Parrocchia “Sacra Famiglia”, sito in via Buonarroti n.13; Centro anziani “Carlo Chenis” sito in viale Palmiro Togliatti; Scuola elementare primaria “Gianni Rodari” sita in via Apollodoro; sia prevista l’attivazione del C.O.M. (Centro Operativo Misto) presso la sede del Centro Polifunzionale della Protezione Civile in località Fiumaretta via Tarquinia n.30; la soc. A.R.G.O. s.r.l., metta a disposizione a partire dalle ore 07:30 del giorno 25 aprile 2014, gli autobus per il trasporto delle persone evacuate a partire dalle ore 08:30 della medesima giornata; la Polizia Locale provveda ad informare i dimoranti e gli operatori commerciali della zona da evacuare, notificando il presente provvedimento anche mediante la sua tempestiva affissione negli spazi condominiali; l’Ufficio Viabilità e Mobilità del Comune di Civitavecchia, proceda all’esecuzione del presente provvedimento, mediante la messa in opera di tutta la segnaletica stradale orizzontale e verticale occorrente, nonché per la collocazione delle transenne presso i siti indicati dalla Polizia Locale; l’Ufficio Redazione sito del Comune di Civitavecchia provveda alla divulgazione della presente Ordinanza mediante pubblicazione sul sito web del Comune di Civitavecchia in base all’art.32 della legge 69/2009 secondo quanto disposto dal Ministero dei Trasporti con parere 381 del 28-01-2011; l’Ufficio Stampa e comunicazione istituzionale del Comune di Civitavecchia provveda alla diffusione della presente ordinanza attraverso efficaci comunicati da indirizzare ai media locali e provinciali (giornali, web e radiotelevisivi).

Si raccomanda inoltre:
al fine di prevenire la rottura di vetri e di altri effetti conseguenti ad una eventuale esplosione non controllata e all’onda d’urto che ne scaturirebbe, si consiglia di tenere aperti i vetri delle finestre e di altri infissi. Porte, scuri, infissi, e tapparelle, purché non di vetro possono invece essere chiusi. In caso di impossibilità di attuare quanto premesso, si consiglia di provvedere alla nastratura di vetri e vetrate; di chiudere il rubinetto del contatore del gas utilizzando l’apposita valvola; di seguire le indicazioni del personale addetto, agevolando con la propria disponibilità le operazioni richieste; di dare immediatamente notizia alla Polizia Locale, al Servizio di Protezione Civile o alle Forze dell’Ordine 118-112-113-0766 590435- 800633444), delle possibili problematiche di tutti coloro che per motivi di salute sono impossibilitati ad evacuare autonomamente il luogo sopra indicato ovvero per i quali dovrà essere predisposto un trasporto speciale; alle società erogatrici di sostanze infiammabili la necessità di bonificare eventuali serbatoi fuori terra contenenti le medesime sostanze, presenti nell’area descritta.

Aggiungiamo inoltre che, su ordinanza della Prefettura di Roma, dalle 10.00 alle 12.00 sarà sospesa la circolazione ferroviaria tra Tarquinia e Civitavecchia, sulla linea Tirrenica. Quattro i treni coinvolti che allungheranno i tempi di viaggio tra 10 e 40 minuti. Nessuna ripercussione invece per i treni regionali della linea FL5 Roma – Civitavecchia. L’orario previsto per il termine delle attività potrà essere anticipato o posticipato, in base all’effettivo completamento dell’intervento. Informazioni di dettaglio anche sul sito www.fsnews.it e nelle principali stazioni interessate con affissioni di locandine e annunci sonori.