“La primavera”

0
171

CIVITAVECCHIA – Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “La primavera”.

Lo vedi? Sta a venì la primavera
Er mare e er cielo so’ la stessa cosa,
Nun senti manco l’aria velenosa
Te scordi puro de la ciminiera.

T’appare la città proprio com’era
Tant’anni fa, quann’era fiduciosa
Che sarebbe rimasta luminosa
E la vita nun era così nera.

Ce pensi mai come sarebbe bello
Co le terme, cor mare e la marina,
Na vorta eliminato quer flagello

Che c’invade la costa e che c’inquina?
Potrebbe diventà proprio un gioiello
Sta nostra disgraziata cittadina.

Pasquino dell’OC

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY