La Cpc doma anche il S. Marinella

0
253

CIVITAVECCHIA – Diciannovesima vittoria in campionato per la Cpc che, sul neutro di S. Severa, doma il S. Marinella per 2-0 e mantiene invariato il vantaggio in testa alla classifica con cinque punti sul Montespaccato e sette sul Ronciglione, fermato quest’oggi dal Futbol Club.
I portuali padroni del campo e del gioco per tutti i novanta minuti hanno gestito la partita, fino a infliggere ai locali i due colpi che hanno poi deciso l’incontro. Praticamente inoperoso Marani che si è sporcato i guanti, volando a respingere una conclusione in un pregevole intervento plastico, solo sul finire di gara. Al via sorpresa nella formazione tra i “rossi2, con Ruggiero che finisce di smaltire l’influenza degli ultimi giorni in panchina, e con il canonico 4-3-3 che per l’occasione diventa un 4-5-1 grazie all’inserimento a centrocampo di Caforio, con Elisei e La Rosa leggermente addietrati sulle fasce di competenza rispetto al solito. Ne nasce un primo tempo con pieno possesso del terreno di gioco e della manovra ma scarno di opportunità, e con un S. Marinella che non esce quasi mai dal guscio difendendo con ordine. L’occasione più nitida la ha Loiseaux al 21′ quando, rubata palla al limite dell’area, si incunea tra i due centrali e leggermente spostato sulla sinistra tira lambendo il palo difeso da Remedi. Replica nell’unica occasione del primo tempo Ferro al 29?, che da fuori area tir alzando troppo la mira. Al 32? su punizione calciata da Bevilacqua la sfera a arriva ancora a Loiseaux che dal cuore dell’area tira ancora a lato.
Si va a riposo consci che qualcosa debba cambiare per togliere quel muro che tra centrocampo e attacco non permetteva di finalizzare la manovra. La ripresa è più viva con manovre più fluide e con gli avanti che finalmente partecipano attivamente, e all’11’ la Cpc va in vantaggio: sugli sviluppi di una punizione calciata da Bevilacqua Parla capitalizza al massimo insaccando di testa. Il S. Marinella cerca di imbastire qualcosa di accettabile e un minuto dopo con Ferro impensierisce Marani. Al 17? Rosati in un’azione di gioco sulla fascia sinistra piomba in corsa su Giovani, interprete fino ad allora di un’eccellente prestazione, facendolo cadere rovinosamente a terra e costringendolo a lasciare il terreno di gioco. Trasportato al nosocomio di Civitavecchia S. Paolo dopo gli esami diagnostici al pronto soccorso si rileverà la lussazione della spalla destra e per lui oltre trenta giorni di stop. Entra Cherchi a sostituirlo e cambia poco sull’assetto dei portuali; due minuti dopo su contropiede La Rosa lancia Elisei che, decentrato all’ingresso in area, tira a lato. Ancora qualche minuto e Caforio, 27′, dribbla tutti partendo dalla tre quarti dei locali ed entrato in area di sinistro incrocia sul portiere insaccando il raddoppio. La partita finisce praticamente qui tra il valzer delle sostituzioni e l’unica occasione per il S. Marinella con Borreale e con Marani spettatore fino ad allora che vola a respingere la sfera in corner.
Soddisfatto mister Castagnari a fine gara: “Partita che andava vinta per mantenere il vantaggio sulle due dirette inseguitrici e vedere chi sarà alla fine del loro scontro diretto tra due domeniche chi rimarrà in scia. Noi nel frattempo domenica col ViVa e tra due col Pescatori dobbiamo solo vincere.”

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY