“Una città abbandonata a sé stessa”

0
259

CIVITAVECCHIA – Crediamo giusto che un Sindaco, essendo il Sindaco di tutti, rivolga la sua attenzione anche alle situazioni di pericolo ed alle inefficienze, al di la delle occasioni di “apparire”, che invece nel nostro caso lo vedono sempre in prima fila. Siamo stati infatti contattati da tantissimi cittadini indignati per lo stato in cui si trovano le strade cittadine e i marciapiedi, sia a livello di manutenzione, che a Civitavecchia sembrerebbe oramai non di “moda”, che dal punto di vista della pulizia e dell’igiene urbana. Ci verrà risposto sicuramente che le finanze del Comune non consentono margini operativi e che la  carenza di risorse economiche non consente tanto “ardire” e che quindi ogni diritto dei cittadini alla sicurezza e al decoro urbano, per questo, nonostante una tassazione a livelli insostenibili, è stato unilateralmente cancellato e tutto andrà sicuramente meglio tra qualche tempo (??).
Andrà meglio in particolare quando vedrà la luce l’operatività della new co che purtroppo, aggiungiamo noi,  a tutto potrebbe servire fuorché a rendere il servizio più razionale e quindi efficace e metodico, se il Socio unico non si metterà in testa di esercitare con lungimiranza e con tutta le necessaria effettività, i poteri che gli appartengono, a fianco e a vantaggio del cittadino/lavoratore della partecipata, con un rapporto franco, sensibile, costruttivo e leale con il quale ritrovare anche quella unità di intenti  che, solo con uno sforzo comune potrà restituire alla Città, almeno il decoro estetico e l’igiene urbana oggi qualità impalpabili.
Questo magari, arricchito dall’ottimizzazione dei rapporti derivanti dalle convenzioni in essere con i grandi siti industriali cittadini, per l’esecuzione con urgenza dei necessari lavori di manutenzione delle strade e marciapiedi non più rimandabile. Crediamo impellente e giusto inoltre che un Sindaco, tenuta a riferimento la sicurezza dei cittadini della quale ne è responsabile e la vivibilità della Città, stimoli, perusare un eufemismo, l’Assessore competente ai lavori pubblici affinché da subito lo stesso, investito dal Sindaco per ricoprire il ruolo, programmi immediatamente per salvaguardare la pubblica incolumità, gli improcrastinabili interventi per la messa in sicurezza e pulizia delle terre accumulatesi a seguito dell’ultimo temporale del 09 Giugno u.s., per esempio di quelle in corrispondenza della strada e del ponte di collegamento San Gordiano/zona Coop di Boccelle e proceda adottando ogni utile strumento amministrativamente possibile, a mettere in sicurezza le macerie del muro crollato in Piazza Vincenzo di Cesare sempre in zona Boccelle, che sono da allora accumulate sulla partita carrabile senza alcuna segnalazione pur costituendo pericolo per le auto in transito, per cittadini ed i bambini che giocano nella zona.
Oramai i cittadini che hanno  dato la fiducia a questa Amministrazione nelle elezioni di due anni fa , al di la delle Illusioni iniziali ,  hanno scoperto il gioco che ha condotto alla attuale situazione, utile soltanto a coprire la loro inefficacia nell’amministrare una Città importante come la nostra, lasciata nel completo abbandono.

Sinistra Ecologia e Libertà / Sinistra Italiana Civitavecchia

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY