L’Usb stronca il progetto turistico a Fiumaretta

0
178

CIVITAVECCHIA – L’Usb Pubblico impiego stronca senza appello il progetto turistico-ricettivo a Fiumaretta.
In una zona degradata, inquinata da amianto e petrolio, insalubre e maleodorosa, ci vogliono costruire albergo piscina e centro commerciale – commentano dall’Unione sindacale di base -Peccato che tutto ciò contrasta con il porto e il suo inquinamento, con il depuratore e il suo fosso di scarico puzzolente, con i liquidi petroliferi sotterranei presenti fino al sottosuolo del cimitero, con il cimitero stesso e con il bellissimo castello carcerario nelle vicinanze. Senza poi parlare della eventuale cementificazione della zona; della speculazione edilizia da effettuare; dello spostamento di tutti gli uffici del comune (tra cui la Protezione civile) magari in affitto in altre sedi; dell’inquinamento per l’aggravamento del traffico”. Inevitabile quindi una quindi una serie di interrogativi rivolti all’Amministrazione Cinque Stelle: “Ma sapete che i turisti scendono dalla nave e ripartono probabilmente la sera stessa? Ma sapete che i turisti scendono dalle navi per visitare le città? Ma ai commercianti locali che hanno bisogno dei turisti nel centro storico voi gli costruite un centro commerciale in concorrenza? Dopo avere distrutto l’apparato comunale e sfiduciati tutti i dipendenti lavoratori, avete ancora altri argomenti in grembo per terminare la distruzione totale di questa ex bella città di incanto? E pensare che per risollevare la città dalla crisi dalla povertà e dalla disoccupazione basterebbe veramente molto poco. Ma anche tanta buona volontà”.
“Sfruttamento navi da crociera, immondizia differenziata, olii esausti, impianto ricliclaggio; abbattimento inquinamento; terme e turismo comprensoriale – concludono dall’Usb – Basterebbe tutto ciò per migliorare le condizioni della città”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY