Fi: “Ma che faccia tosta Floccari”. Lui: “Rassegnatevi”

0
214

CIVITAVECCHIA – Botta e risposta tra Forza Italia e Movimento Cinque Stelle sulla gestione del servizio idrico. Attaccano i forzisti locali, contestando il recente intervento del consigliere grillino Fulvio Floccari. “Le autobotti costano: così Fulvio Floccari, consigliere comunale responsabile (si fa per dire) del servizio idrico a Civitavecchia, spiega perché ha lasciato mestamente senz’acqua per mesi intere zone della città – l’esordio degli esponenti di Fi – E lo ammette col candore che contraddistingue la sua parte politica. Chissà, se funziona, avranno pensato i solerti ‘amministratori’, potranno usare la stessa scusa anche per tutti gli altri disservizi cui stanno sottoponendo la popolazione. Costa anche ritirare l’immondizia, differenziata e non, che infatti arriva al primo piano dei palazzi. Così come costa mettere mano a tutte le altre emergenze, che non elenchiamo perché ci vorrebbe un’enciclopedia. Ma il massimo della faccia tosta si ha quando Floccari cita addirittura la gestione privata del servizio per bocciarla. Tanto che ci chiediamo se non si sia davanti a uno scherzo, magari da parte di qualcuno che vuole così ‘stanare”’il povero Floccari dal silenzio nel quale, comprensibilmente viste le figuracce, è piombato. Quanto al merito di questa vicenda, tuttavia, hai visto mai si trattasse del Floccari vero, gli proponiamo un ben confronto pubblico, bollette alla mano, per rispondere punto su punto alle obiezioni che lui e i suoi sodali oppongono all’ormai ineluttabile trasferimenti ai privati del servizio, come se ci fossero alternative, visti i danni causati. E consigliamo al consigliere di prenotare l’aula Pucci, perché crediamo che la gente farà la fila per sentire finalmente la voce degli amministratori dopo mesi in cui intere famiglie sono rimaste senza un goccio d’acqua dai rubinetti: capiamo che di civitavecchiesi che lavorano, con gli effetti della crisi che l’amministrazione a 5 Stelle ha peggiorato, ormai ce ne sono ben pochi. Ma l’igiene serve comunque, per non ripiombare nel Medioevo. Ne parleremo al confronto – concludono da Forza Italia – se e quando avranno il coraggio di accettarlo. In tal senso, sarebbe bene anche prevedere un adeguato servizio di forza pubblica, non si sa mai… Dopo quel confronto, siamo certi, Floccari darà un’altra intervista: per dare le sue dimissioni”.

Immediata la replica del diretto interessato: “Forza Italia deve rassegnarsi al risultato elettorale sancito dalle urne che vede la formazione azzurra completamente assente dal consiglio comunale – risponde Floccari – I cittadini, visti i disastri da loro combinati, li hanno sonoramente bocciati ma a quanto pare Forza Italia non ha imparato la lezione. Ricordiamo a questi smemorati che il 9 luglio, quindi neanche 2 mesi fa, si è tenuto un consiglio comunale aperto sull’acqua e nessuno di coloro che si affanna a scrivere sui giornali ha partecipato o preso parola. Tale consiglio è tuttora visibile on line per chi se lo fosse perso. I nostri interlocutori sono i cittadini ed è con loro che ci confrontiamo ogni giorno con un sano spirito di costruttivo confronto”.

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY