Premiazione in forma di concerto per il Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia

0
274

Il 22 maggio, dalle ore 16, nella chiesa di Santa Maria in Castello. I vincitori si esibiranno nel monumento simbolo della città etrusca

Cerimonia di premiazione in forma di concerto del Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia. La chiesa di Santa Maria in Castello è pronta ad accogliere il 22 maggio, dalle ore 16, i vincitori della nona edizione del prestigioso concorso organizzato dall’IC “Ettore Sacconi”. Intanto è tempo di bilanci per la manifestazione. C’è grande soddisfazione per alto livello qualitativo delle audizioni e per la perfetta organizzazione.

«Il nostro istituto vede nel concorso un significativo stimolo alle attività e alle esperienze acquisite in aula. – dichiara il dirigente scolastico Dilva Boem – La manifestazione, infatti, esaltando le diverse competenze e il forte impegno dei giovani musicisti, permette alla scuola di evidenziare la propria progettualità didattica e formativa. La forma della competizione e dello spettacolo sono infatti finalizzati alla crescita sociale e culturale delle nuove generazioni».

«La qualità e la professionalità sono elementi indispensabili per la riuscita e il perdurare nel tempo di ogni iniziativa. – evidenzia il direttore organizzativo Monia Meraviglia – Le buone idee devono essere accompagnate da una progettazione dettagliata e una pianificazione efficiente ed efficace. E questo è stato fatto».

«Con orgoglio e soddisfazione possiamo che nell’arco di nove anni la manifestazione è cresciuta in modo notevole e si consolidata nel tempo. – afferma il direttore artistico Roberta Ranucci – Ciò è testimoniato dalla partecipazione di tante realtà musicali sia italiane sia europee. E vedere la presenza di migliaia di giovani che, con entusiasmo, arrivano nella nostra città felici di suonare e farsi ascoltare, è per noi il risultato più importante». «Facendo parte della commissione, ho potuto conoscere e ascoltare studenti delle scuole medie, dei licei e dei conservatori italiani ed europei e vivere da vicino le loro tensioni ed emozioni. – dice il coordinatore musicale Giovanni Lorenzo Cardia – In tutti i ragazzi ho apprezzato il talento e la grande passione per la musica che significa anche, impegno, studio e sacrificio. Ringrazio i miei colleghi della giuria, che hanno svolto un lavoro veramente eccezionale».

SHARE

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY