“Per fortuna c’è Tidei a rappresentare a sue spese Civitavecchia in Cina”

258

CIVITAVECCHIA – Quante scuse per giustificare il mancato viaggio in Cina da parte di questa maggioranza! Per andare bastava acquistare un biglietto aereo, ovviamente a spese proprie, come è stato sempre fatto nella passata Amministrazione. Sindaco, vice-sindaco, assessori, consiglieri hanno sempre pagato di tasca loro il biglietto per i viaggi all’estero inerenti ai gemellaggi. Quindi, mostrare senso di responsabilità verso la situazione economica in cui versa oggi il Comune è una scusa.
Il neo-eletto sindaco ha incontrato il 27 giugno l’ex delegata ai gemellaggi, la quale nell’incontro ha esposto le iniziative fatte e quelle da portare avanti, offrendo collaborazione volontaria per creare quella continuità che avrebbe rassicurato i partner d’oltre oceano.
“Tempo due giorni le faremo sapere”, parole del sindaco. Siamo ancora in attesa di risposta. Nell’attesa è stata richiamata la segreteria del sindaco. Niente. Il 27 di luglio è stato contattato l’assessore alla Cultura. Niente. Tutti sapevano, ma nessuno ha preso decisioni. Quando da Jinan è arrivato il programma della manifestazione, è stato girato via e.mail direttamente alla posta del sindaco. Finalmente l’incontro con il Presidente del Consiglio, alla quale viene suggerito per filo e per segno cosa e fare e come farlo. Quindi parlare di “ostruzionismo”? da parte della passata Amministrazione e di mancanza di tempo è una scusa.
Il protocollo d’intesa stipulato l’anno scorso con Jinan è un documento che indica le progettualità su cui muoversi. Bastava leggerlo! Il Comune di Amelia e il Presidente del Palio dei Colombi ancora aspettano una risposta da parte di questa amministrazione per la mancata partecipazione del Comune di Civitavecchia il 12 agosto in occasione del Palio. Partecipazione assicurata l’anno scorso con una delegazione civitavecchiese, incaricata di premiare il vincitore. Bastava una lettera, un’email.
Tuttavia, la città di Civitavecchia oggi è presente all’Expo 2014 di Jinan, insieme a 19 città appartenenti alle nazioni più importanti del mondo grazie al consigliere comunale Tidei, il quale, avendo ricevuto personalmente l’invito dal Comune di Jinan in virtù di quella continuità che caratterizza i rapporti internazionali, si è recato in Cina a proprie spese.
La maggioranza ha perso un’altra occasione, lontana dal mostrare una cultura istituzionale e una visione internazionale, oltre alla capacità di collaborazione.

Carla Celani – PD