Boccali (Lista Pirozzi): “Aree verdi pubbliche in abbandono in troppi comuni dei Castelli Romani”

347

Boccali (Lista Pirozzi): “Aree verdi pubbliche in abbandono in troppi comuni dei Castelli Romani: i cittadini hanno diritto a spazi di incontro”

Ivan Boccali, Presidente di Gente Libera, candidato alla Regione Lazio nella Lista Pirozzi, pone l’accento sulla condizione degli spazi verdi pubblici nelle cittadine dei Castelli Romani. In questi giorni molti cittadini hanno inviato segnalazioni da ogni angolo del territorio. Ciò fa ben comprendere come le amministrazioni non siano attente al problema.

Notiamo con grande sorpresa – afferma Boccali – che nei Castelli Romani si stanno sempre più diffondendo voci e note di protesta per la disattenzione su parchi e aree pubbliche, centri vitali delle comunità, di incontro e per il divertimento dei bambini. Sottolineiamo il caso del Parco Madonna della Neve a Rocca Priora, su cui la Giunta regionale di centrosinistra di Marrazzo spese la bellezza di 3,5 milioni di euro e nel quale il Parco Regionale dei Castelli Romani ancora non ha attuato gli interventi di riqualificazione pubblicizzati. Giustamente ora i residenti sono infuriati per lo stato di abbandono di un luogo che rappresenta un enorme sperpero di denaro a danno della collettività, originato dal colore politico che ancora oggi governa la Regione Lazio”.

A Rocca di Papa – continua Boccali – si attende il rilancio di Parco Landsberg, abbandonato alla sua sorte (anche qui soldi buttati) grazie alle amministrazioni Boccia e Crestini, tutti sponsor locali di Zingaretti. A Grottaferrata vengono segnalati da mesi parchi chiusi e inaccessibili, altri abbandonati e vandalizzati come il Parco Borghetto, il Parco degli Squarciarelli o il Parco Traiano. Una gestione inaccettabile da parte dell’amministrazione Andreotti, vicina a Nicola Zingaretti. Come non citare poi il caso di Villa Doria ad Albano, dove gli ultimi interventi della Giunta PD hanno suscitato perplessità da parte di quei cittadini volontari che hanno lottato per anni al fine di rivitalizzare un vero e proprio polmone verde. Altre situazioni simili emergono a Castel Gandolfo, a Frascati, nelle periferie di Genzano e a Ciampino”.

Onestamente – conclude il candidato della Lista Pirozzi – pensiamo che tutto questo debba finire. Le aree verdi pubbliche sono determinanti per la vita sociale di ogni città. Lasciarle all’incuria, preda dei vandali, di chi le trasforma in un bivacco è sostanzialmente un’offesa. Da parte nostra, una volta giunti in Regione, faremo in modo che questi aspetti particolari della vita pubblica siano subito risolti”.