Sanità Lazio, Santori: “I nodi vengono al pettin, Zingaretti incompetente”

458

ROMA – “La direttrice della Asl di Frosinone oltre ad essere inconferibile dimostra la sua totale incompetenza. Le proteste dei cittadini del Frusinate che hanno caratterizzato la giornata di ieri sono emblematiche e gravissime: una Asl è stata messa sotto assedio. Adesso attendiamo solo le dimissioni della Mastrobuono e il mea culpa del presidente Zingaretti”, così dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e componente della commissione Salute, nel commentare quanto avvenuto nelle scorse ore a Frosinone.
“Da tempo lo dicevamo e oggi orgogliosamente lo ribadiamo, la Mastrobuono non è stata in grado di portare avanti alcun dialogo costruttivo con le realtà territoriali. Ha voluto portare testardamente avanti le politiche fallimentari di Zingaretti sulla sanità e le aspre proteste lo confermano. Cittadini, sindaci e associazioni sono sul piede di guerra e hanno ragione da vendere, la Mastrobuono ha impostato un modello di sanità lontana anni luce dai pazienti e dalle loro esigenze quotidiane. Si dimetta prima di andare in vacanza e se non lo farà, la rimuova Zingaretti”, conclude la nota di Santori.