“Riflessioni per gli elettori moderati e di centrodestra”

211

CIVITAVECCHIA – Dopo molti anni, alla guida di Civitavecchia si è istaurato un governo fortemente orientato a sinistra: per la composizione della maggioranza in consiglio comunale, appare infatti evidente come l’area più radicale sia preponderante e determinerà fortemente le scelte future della nostra città. Più che di centro-sinistra, l’attuale maggioranza sembra essere interamente di sinistra, senza o quasi, una rappresentanza di moderati. Inoltre, senza voler entrare in polemica con chicchessia, credo che l’attuale governo della città dimentichi forse troppo spesso di essere rappresentativo del solo 33 % dei cittadini di Civitavecchia aventi diritto al voto e che al tempo stesso l’opposizione rappresenta il 48 % dei votanti. E’ per questo che oggi c’è bisogno di un risveglio dell’elettorato moderato, che non si riconosce nella sinistra e vuole creare le condizioni affinché, in sinergia con le persone che si impegnano in politica per passione, si possa far nascere una nuova classe dirigente, alternativa a quella attuale. Occorre rinsaldare le fila, sforzandosi prima di tutto di ristabilire in generale un civile dibattito politico privo di invettive e pregiudizi, rispettoso delle idee e dei punti di vista di tutti, rimarcando le divergenze ma teso a far capire alla città che il ritorno alla dialettica è l’unico modo per governare in maniera democratica e giusta. Bisogna restituire credibilità alla politica in un momento di crisi generale. La gente chiede la buona e sana politica e a nostro modo di vedere c’è urgente bisogno di movimentismo politico che coinvolga anche la società civile e soprattutto i giovani e che riesca a rilanciare l’azione politica dei moderati e del centrodestra.

Claudio La Camera – Fratelli d’Italia-Centrodestra Nazionale