Rubinetti di nuovo asciutti a Borgo San Martino

736

CERVETERI – Ancora una volta nel giro di pochi mesi, questa volta da venerdì 14 a domenica 16 marzo, i cittadini di Borgo San Martino di Cerveteri sono rimasti senza acqua per l’ennesima volta, si tratta di guasti imprevisti che coinvolgono sempre le stesse zone, ossia quelle tra la frazione di Borgo San Martino, Carlottine, Quartaccio e Ceri bassa. I cittadini, ormai stanchi di questa conosciuta situazione, hanno reclamato vivamente con l’Amministrazione comunale ed hanno deciso di inviare una lettera al Sindaco Pascucci, al Presidente del Consiglio comunale Orsomando ai Capo Gruppo del Consiglio comunale, al Garante del Servizio Idrico della Regione Lazio e al Dirigente della Segreteria Tecnico Operativa dell’acqua ATO 2, ponendogli delle domande specifiche per sapere:

1) Quali sono i motivi delle frequenti sospensioni del servizio. 2) Che tipo d’intervento è stato fatto dall’amministrazione comunale presso il gestore del servizio per il superamento del problema 3) Che tipo di controllo viene effettuato dall’amministrazione comunale in merito al servizio offerto 4) Se vengono rispettati gli standard della qualità e la tempistica d’intervento previsti dall’appalto. 5) Se la rete idrica e i serbatoi di approvvigionamento sono adeguati alle utenze servite. 6) Come saranno tutelati, e chi risarcirà i danni subiti dagli utenti e dalle attività commerciali che non hanno potuto svolgere la regolare attività di lavoro.

Nessuna dimostrazione di rispetto per l’utente e per i suoi sacrosanti diritti – afferma il Presidente del Comitato di zona di Borgo San Martino Luigino Bucchi – i quali scaturiscono dal regolare pagamento delle bollette che con assoluta regolarità l’Ufficio Acquedotto recapita agli utenti. Dal 29 giugno 2013 il servizio è stato interrotto più volte senza preavviso da parte di alcuno, e sempre di sabato e domenica ha proseguito Bucchi. Vogliamo vederci chiaro!””

A seguito dei numerosi reclami protocollati si apprende che: il Consigliere A. Galli ha richiesto la convocazione della commissione urbanistica per trattare l’argomento “servizio idrico” e il consigliere L. Ramazzotti a presentato un interrogazione relativa allo stesso argomento.