“Museo della Navigazione antica, un tesoro nascosto e ignorato”

133

CIVITAVECCHIA – Lettera in Redazione di Natalina Urbano, Vice Presidente dell’Agilo:

“Agilo, Associazione Nazionale di Guide ed Accompagnatori Turistici con sede a Civitavecchia, chiede all’Amministrazione Tedesco delucidazioni riguardo una realtà che ai nostri iscritti, professionisti del Turismo, sta molto a cuore.
In quanto lavoratori specializzati nel settore dei servizi e dell’accoglienza turistica, Guide ed Accompagnatori sono sempre in prima linea nell’accogliere il visitatore e sono forti promotori della cultura, storia ed arte locale.
Ed è per questo che all’interno della nostra associazione numerose sono le Guide turistiche che hanno approfondito la propria conoscenza di Civitavecchia, per molte di loro città natale e di residenza.
Sono soprattutto queste guide, cha già numerose volte hanno avuto il piacere di mostrare con orgoglio la propria città, a chiedersi come mai una perla così preziosa sia tenuta segreta all’interno del Maschio della Fortezza Giulia nel Porto di Civitavecchia.
Stiamo parlando del Museo sulla Navigazione Antica, che, per tutta la capienza del Maschio, sbalordisce per la ricchezza, la fedeltà e la genialità del materiale esposto. Modelli in scala delle navi romane, ricostruzioni in dimensione reale di parti meccaniche delle stesse, area interattiva, pannelli didascalici in italiano ed inglese, plastici che fanno tornare indietro nel tempo, facendoci scoprire inaspettati aspetti del nostro porto in epoca imperiale. Il tutto all’interno di una cornice meravigliosa e affascinante, e ben restaurata, il Maschio ottagonale: un Museo nel Museo!
Una perla nascosta della città, dormiente da numerosi mesi ma nota alle istituzioni, che stenta, senza ragioni conosciute, a venire alla luce.
Agilo, chiede delucidazioni all’attuale amministrazione sulle motivazioni di tale ritardo nell’apertura ed auspica vivamente, la risoluzione di ogni ostacolo, consapevole del fatto che, mai come nel campo della cultura, volere è potere.
Fiduciosi, attendiamo di poter mostrare con fierezza questa meravigliosa esposizione che, agli occhi del visitatore, donerebbe alla nostra città ed al territorio circostante, una maggiore identità culturale ed una grande capacità di attrazione turistica. Non si può ignorare il turismo, se si vuole valorizzare ed aiutare Civitavecchia, non si può ignorare una attrazione del genere, se si vuole costruire un flusso turistico che non sia solo di passaggio! Civitavecchia vuole diventare una città turistica e non solo essere un luogo inquinato dai carburanti delle navi da crociera e dai numerosissimi mezzi di trasporto che attraversano numerose volte la città per portare i clienti a Roma!”.

Natalina UrbanoVicePresidente di Agilo Associazione Nazionale Accompagnatori e Guide turistiche