“Cari candidati, diteci cosa volete fare per Boccelle e S. Gordiano”

221

boccelleCIVITAVECCHIA – Il Comitato San Gordiano e Boccelle fa appello a tutti i candidati alle imminenti elezioni amministrative affinché si esca da personalismi, politica politicante, sterili polemiche e ci si concentri sui problemi reali della città.
Una volta il nostro quartiere era noto come città-giardino. Ma da troppo tempo è abbandonato a se stesso: il manto stradale è degno di un percorso di guerra,  non ci sono marciapiedi, il verde pubblico non conosce manutenzione (se non l’abbattimento di alberi), siamo invasi dalle zanzare per quasi tutto l’anno, non c’è vigilanza (ormai non si contano più le abitazioni visitate dai ladri), l’acqua va e viene senza alcun preavviso, le perdite idriche sono sempre più numerose (andando ad incrementare il costo della bolletta).
Potrei continuare, ma credo che questa cahiers de doléances sia più che sufficiente per far comprendere all’intera classe politica di Civitavecchia che abbiamo bisogno di interventi concreti per vivere civilmente. Sicuramente il nostro quartiere non ha bisogno di ulteriore cemento, né di discoteche all’aperto, né di pubblici trasformati in luna-park.
Chiediamo pertanto ai candidati di impegnarsi per la soluzione dei nostri problemi quotidiani. Chiediamo anche di non offendere la nostra intelligenza con qualche asfaltatura pre-elettorale. E’ controproducente. Meglio ammettere i propri errori e confrontarsi con in cittadini piuttosto che buttare un po’ di fumo negli occhi a poche settimane dalle elezioni nella speranza che i residenti di San Gordiano – Boccelle dimentichino anni di abbandono. Abbandono che è evidenziato nelle foto allegate al presente appello.
Vogliamo insomma sapere con quali progetti e con quali finanziamenti si vuole mettere mano al degrado delle periferie nella nostra città. La politica ha il dovere di rispondere.

Avv. Alessandro Cascioni – Presidente Comitato San Gordiano – Boccelle