“Arriva il vaccino! Nome codice GRAD-COV2”

277

CIVITAVECCHIA – Lettera in Redazione di Gioia Re:

“Il Covid, ce la mette tutta, per rovinarci la vita, e svuotarci le tasche.
Cosa accadrà, se la ripresa non farà la sua parte? Gli esperti non sono in grado di controllare il corso del futuro economico già fortemente compromesso.
Pochi soldi, bollette sempre più salate, in media (4000 euro l’anno per TARI, Gas, Luce, Acqua, spese condominiali) affitti esclusi per chi è in regime di locazione, attività commerciali in fallimento per mancati introiti e chiusura obbligata.
Contagi in picchiata, per colpa di assembramenti nei luoghi della movida, autorizzata e soppressa dai Comuni. Cancellati gli eventi estivi in cartellone, sotto i riflettori, i rientri da Spagna, Grecia, Croazia, Sardegna, mete gettonate dai vacanzieri.
Via libera a tamponi e test sierologici, mappa di monitoraggio per noi, libertà di circolazione e fuga di immigrati resistenti ai controlli sanitari e identificativi.
Che ne facciamo del mea culpa della Ministra Lamolgese, costretta a chiedere scusa per il fallimento della politica migratoria: “148% in più di presenze ingiustificate”.
L’apertura delle scuole fissata al 14 settembre presenta molte lacune: aule incomplete, banchi vecchi da sgombrare per dare posto ai nuovi, insegnanti fresche di nomina, lezioni diversificate per fasce orarie.
A proposito, le grandi Menti organizzative, non hanno fatto i conti con il Referendum e le Amministrative del 20 e 21 Settembre. Abbiamo sempre votato nelle scuole, che senso ha aprire due giorni e richiudere per preparare i seggi?
“Fatta la legge, trovato l’inganno?”
Si sono dimenticati questi Signori che bisogna sanificare!
Da lunedì, prima sperimentazione su 90 volontari allo Spallanzani garantito il supporto dell’operazione dal Ministero della Sanità, della Ricerca CNR.
Il Grad-Cov2 – nome in codice tutto italiano, prodotto dall’azienda biotecnologica REITHERA, con sede a Castel Romano, si è già mostrato sufficientemente sicuro sugli animali. Tutto da verificare sugli umani.
Inutile nascondere le perplessità di gran parte del mondo scientifico, che non ci rasserenano, in parole semplici, contribuiscono a metterci la pulce nell’orecchio. Temiamo una vaccinazione di massa, pena un lungo lock down invernale, che darà il colpo di grazia al Paese fiaccato dalla crisi.
Default, disfatta dicono le banche ai clienti in sofferenza, quando gli impongono il piano di rientro.
Dobbiamo reagire, ribellarci, pretendere la spiegazione delle cose che ci vengono imposte, dobbiamo trovare il coraggio di difendere la nostra libertà!”.

Gioia Re