“La solita movida?”

movidaCIVITAVECCHIA – E già, un’altra estate con il lungomare a rischio tafferugli.
Infatti non è con la presenza di due vigili in bicicletta o non facendo vendere bibite in bottiglia dopo le undici di sera che si risolve il problema.
Riguardo ai vigili in bicicletta, vorrei ricordare che meno di un anno fa un gruppo di facinorosi ha accerchiato una vettura della polizia prendendola a calci, figuriamoci un vigile in bici!!!
Per quanto riguarda il divieto di vendere bibite in bottiglia dopo le ventitrè, mi permetto di far notare che è assolutamente inutile in quanto rimarrebbero comunque in giro quelle vendute durante tutto il giorno; e fanno male allo stesso modo!!!
Secondo me la soluzione al problema dei “disordini serali” è molto più semplice: per prima cosa bisogna impegnare i “nostri” vigili a controllare che nei tanti bar e supermercati di Civitavecchia non vengano venduti alcolici ai minori nemmeno di giorno, cosa veramente semplice e poco onerosa per il Comune.
Per quanto riguarda i vari locali aperti la sera, è sufficiente che adottino il sistema già in uso in molte altre città: le bibite da asporto vengono vendute SOLO in bicchieri di plastica.
Un’altra cosa a mio parere fondamentale è che i gestori dei locali si avvalgano, a proprie spese, della collaborazione di agenzie qualificate per il controllo della sicurezza, in modo tale da poter impedire il ripetersi di spiacevoli situazioni come già accaduto negli anni passati.
Sono sicuro che con un minimo impegno da parte dell’amministrazione comunale ed una minima spesa da parte dei gestori dei locali, il problema possa essere risolto definitivamente e finalmente potremo tornare a passare delle splendide serate sul “nostro” lungomare.

Giulio Massarelli