Una super Topino agli Open d’Italia di karate

265

eleonora topinoCIVITAVECCHIA – Sono risultati di assoluto valore quelli centrati dai portacolori della Mabuni Club alla 13^edizione degli “Open d’Italia”, manifestazione internazionale di karate disputatasi nel weekend a Cambiago, in Lombardia. Una tre giorni agonistica in cui si sono dati battaglia le più forti società sportive italiane oltre a quelle provenienti da provenienti da 34 paesi stranieri, per un totale complessivo di circa 1200 atleti suddivisi nelle varie categorie. Tra loro anche i più quotati nazionali italiani, essendo la manifestazione valida ai fini della classifica del Ranking Federale Azzurrini e, per i Senior, come necessario test di verifica in prospettiva degli imminenti Europei di Tenerife in Spagna.
Straordinaria la prestazione di Eleonora Topino, capace di conquistare una medaglia d’argento di grandissimo pregio tecnico. La karateka civitavecchiese, vice campionessa Italiana in carica, doveva fare subito i conti con un sorteggio sfavorevole ed una gara in salita, trovandosi di fronte proprio Chiara Zuanon, Campionessa Mondiale, Europea ed Italiana che poche settimane fa le aveva strppato il titolo tricolore; ma caricata dal suo coach la Topino saliva sul tatami di gara per nulla intimorita e subito conquistava tre punti con una tecnica portata con la gamba al viso dell’avversaria; poi gestiva bene l’incontro non permettendo alla Zuanon di recuperare. Dopo tale risultato l’adrenalina saliva alle stelle e di seguito Eleonora batteva la nazionale greca Maria Anagnostidi, la nazionale norvegese Lotte Andersen e l’atleta delle FF.OO. Giulia Notarnicola, prima di giungere esausta alla finale dove, pur lottando, era costretta a cedere l’oro a Valentina Papapicco col punteggio di 1-0. Per lei, comunque, tanti applausi per una prestazione super.
Andava male invece a Patrizio Geraci, battuto al primo turno, seppur con il minimo scarto, dal suo avversario. Analoga sorte per Patrizio Antonini nelle forme, battuto da un rappresentante della Nazionale Italiana più grande di età.
Buone invece le prove di Alessio Magazzeni, che conquistava la settima piazza su un lotto di 54 concorrenti, venendo sconfitto da Luca Pagano, poi vincitore della gara, e di Emanuele Deiana, che faceva suo il primo incontro ma poi, per penalizzazioni, veniva squalificato nell’incontro successivo in una categoria 63 kg veramente competitiva.
Soddisfatta  per la prova dei suoi pupilli il tecnico Stefania Iacobelli, che di meglio non poteva sperare, considerato l’alto livello tecnico della gara”.