“Un anno di gioie e dolori, ma ci siamo subito rialzati”

CIVITAVECCHIA – Si è tenuta ieri, nella sala conferenze della Compagnia Portuale di Civitavecchia, la conferenza stampa di fine anno, dove, oltre agli auguri per le festività imminenti, si è snocciolato l’anno solare della CPC2005 Calcio.

“E’ stato un anno particolare fatto di gioie, retrocessione e rinascita – ha dichiarato il Presidente Sergio Presutti – Passando dalla gioia per la conquista di una categoria importantissima nel pianeta calcio regionale, disputandola con dignità e fierezza, per poi vedere e vivere altre varianti di questa conquista. La retrocessione di maggio non ci ha fermato, da subito abbiamo ricominciato a costruire quello che, dopo tante vicissitudini, ci ha visto di nuovo stazionare da domenica scorsa nel gradino più alto nel nostro campionato. Un lavoro fatto degli insegnamenti che solo la Compagnia Portuale di Civitavecchia può dare, costruito insieme a tutte quelle persone che insieme a me mandano avanti questa società. Vige l’insegnamento del lavoro, del sacrificio fatto con dignità e orgoglio, con il tutto fatto con trasparenza e tenacia. Tornando al calcio, quello giocato, viviamo oggi la realtà di essere primi in classifica, ottenuto grazie al lavoro sul campo fatto da Manuele Blasi in questi ultimi tre mesi. Un lavoro che ci ha portato a vivere quel professionismo a cui non eravamo abituati e che lui ha vissuto per tanti anni della sua carriera, insegnandolo e trasmettendolo a tutti. Ce lo godiamo appieno questo momento ma ciò non ci distoglie dall’appuntamento di domani con il Grifone, quarta forza del nostro campionato. Semplicemente perchè arrivati dove siamo ora dobbiamo senza ombra di dubbio mantenerlo. Ringrazio il presidente della Compagnia Portuale Enrico Luciani, il vice Presidente Patrizio Scilipoti, tutto il consiglio d’amministrazione. Ringrazio Massimo Soppelsa da cui ho ereditato la guida di questa società, e con cui ho vissuto, praticando all’epoca un ruolo diverso, tanti momenti belli di questa società. Li ho voluti ringraziare tutti – ha concluso Presutti – perchè ci danno la possibilità di coronare questi obiettivi, e vivere la splendida realtà del pianeta calcio portuale. A tutti porgo i miei auguri di un sereno Natale e felice anno nuovo.”