Tutto troppo semplice per la Margutta Asp

213

CIVITAVECCHIA – Tutto troppo semplice per la Margutta Asp, al debutto stagionale in serie C femminile. Sabato sera, di fronte ad una bella cornice di pubblico che ha affollato le gradinate del Palasport, le rossoblu hanno travolto il Frascati per 3-0. Troppo il divario tra le due compagini a vantaggio delle civitavecchiesi, sia a livello fisico ma anche di esperienza, come confermano i pesanti parziali di 25-13, 25-13 e 25-14. Iengo e compagni non hanno avuto problemi a prevalere sulle avversarie, grazie ad una prova corale che ha visto tutte le ragazze dare il proprio contributo. Bene anche la giovane Scisciani, che ha sostituito egregiamente Tania Correra nel ruolo di opposto.

“Non ci sono stati aspetti che non mi sono piaciuti – afferma il tecnico Alessio Pignatelli – perché la squadra ha dimostrato grande solidità per l’intera sfida. Le ragazze sono state brave a far capire subito alle avversarie che non ce ne sarebbe stato per nessuno. Sono pienamente soddisfatto”.

IL TABELLINO
Margutta Asp – Frascati 3-0 (25-13, 25-13 e 25-14)
Margutta Asp: Annibali, Belli, Brighenti, Baffetti, Sorrentino, Iengo (K), Monti, Monachesi, Scisciani, Arena, Cammilletti, Regio e Lucente. All. Pignatelli
Frascati: Giombetti, Tabacchi, Boccuccia, Cardillo, Ferretti, Coveccia, La Rosa (K), Nuzzo, Colonnelli, Cicola, Cioni, Morelli, D’Alessandro. All. Liberatoscioli.

Prima sconfitta stagionale per la Serramenti Sartorelli nel campionato di serie c maschile. I ragazzi allenati da Franco Accardo e Francesco Milea sono stati battuti per 3-0 dal Serapo Gaeta, considerata la candidata numero uno al salto di categoria. I civitavecchiesi hanno comunque combattuto, sfiorando la vittoria del primo e del terzo set, terminati rispettivamente 25-23 e 26-24. “Potevamo far di più – spiega il capitano Luigi Mancini – anche se contro una squadra di alto livello. Ce la siamo lottata, anche se nei momenti cruciali, qualcuno, soprattutto i più giovani, ha sentito il peso della sfida e dell’esordio e ha commesso qualche errore di troppo. Come inizio, va più che bene”.