Sesto posto e primato cittadino della 4×400 per la Tirreno Atletica ai Campionati societari del Lazio

CIVITAVECCHIA –  “Coprire le gare ai CdS”. Frase ricorrente nelle settimane precedenti il weekend agonistico e comporta inevitabilmente confronti per la composizione della scacchiera per dispiegare la squadra Assoluta della Tirreno Atletica Civitavecchia per i Campionati di Società del Lazio disputati domenica scorsa a Rieti.

Lavoro tanto ostico quanto esaltante in cui si vede in modo tangibile l’essenza dell’Atleta, sì nella gara singola e costruita nel tempo così come nelle gare inevitabilmente da coprire per raggiungere i 15 punteggi richiesti dal regolamento per entrare in classifica. L’esempio più alto è arrivato proprio dagli allenatori più giovani, mentre i veterani Claudio Ubaldi e Massimo Dolci seguono da testimoni immancabili a bordo campo, proprio dai giovani allenatori di età ma con un bagaglio importante: da Alessio Mangano al salto triplo con un jump da 10,97m prima, e poi con Federico Ubaldi nella 4×100 trascinano i loro atleti Filippo Masoni ed Eric Pifferi a vincere la batteria in 45”31; dopo nemmeno un’ora Federico torna in pista nei 3000 siepi che conclude in 10’09”13 ed è terzo; si passa a coach Lorenzo Patanè che in un poche settimane prepara un 400Hs che gli regala il Pb di 57”44, un secondo in meno dello scorso anno, e poi è attore, in seconda frazione, nella 4×400 (nella foto) che riscrive il record societario e cittadino in 3’22”84 con il collega Ubaldi e gli atleti Masoni e Riccardo Vanzetti; passando poi al tecnico Federico Orlando, mordace in gara, che nei 1500m chiude in 4’09”41 e trascina con sé i nuovi ingressi degli allievi U18 Leonardo Dolci 4’20”90 e Gioele Romiti 4’43”93 e lo junior Stefano Braccini suo gemello sprezzante degli avversari in pista in 4’33”94.

“Grande prova di compattezza, sesta squadra del Lazio dopo la prova regionale è un risultato rilevante guarnito da risultati di spessore, primo fra tutti il risultato della 4 x 400 maschile che ha riscritto il record cittadino per la seconda volta in meno di 12 mesi portandolo ad un probante 3’22”84, Masoni-Patane’-Vanzetti-Ubaldi, i quattro frazionisti che hanno fatto viaggiare il testimone ad un ritmo di poco superiore ai 50 secondi, quattro ragazzi cresciuti anagraficamente e tecnicamente nella società e che, anno dopo anno, hanno migliorato le loro prestazioni, grazie e con i loro allenatori. Due frazionisti sono gli allenatori dei loro compagni di staffetta e questo particolare la dice lunga sul feeling che esiste tra i componenti. Lo stesso feeling che ha animato i protagonisti di questa due giorni, impegnativa ed esaltante. Un grazie va a tutto lo staff e a tutti gli allenatori e dirigenti che, sul campo e fuori, hanno sostenuto gli atleti” commenta Luigi Gatti, storico dirigente. “L’Associazione continua a lasciarmi senza parole e detto da me è un gran dire!”

Tra le ragazze Sara Pontani demolisce il pb e al terzo tentativo fa suo il minimo per i campionati italiani anche sulla distanza dei 1500m, 4’53”08 e Patron Ubaldi stacca così il 4^ pass per il tricolore di Milano dopo quello, sempre di Sara, sugli 800m, quello di Dolci sui 3000m e nel giavellotto di Petri.

Le pedane sono affidate proprio a lui, al tecnico dei lanci Mauro Leoni, a colui che vanta innumerevoli titoli nazionali, un pedigree impressionante che porta un consistente bottino di punti con il giavellotto e disco lanciati con naturale maestria. La sua allieva biancoazzurra più fedele, Germana Raponi, al disco giunge terza con 40,10m e al getto del peso segna 9,04m.

La risposta degli atleti è stata rilevante, un sentimento di squadra importante che è frutto di una sinergia di concetti di valore umano ed agonistico che si fondono per dare vita al pensiero comune di creare e perseverare con una realtà societaria riconosciuta a più livelli.

Gli altri risultati importanti di rilievo riguardano i 100m con i Pb sia di Filippo Masoni che di Eric Pifferi, 11”33 per il primo e 12”06 per il secondo. Eric doppia la distanza e raddoppia anche il Pb con 24”29; 800m e Sara Pontani migliora ancora il Pb sul già minimo tricolore in 2’19”81 così come le compagne di squadra Matilde Patanè e Gloria De Santis che si migliorano con il tempo di 2’32”75 (nel 400m chiude con 1’06”55) e 2’44”98 (nel 1500 5’31”68 e PB) e Francesca Chiodi dopo il Pb sui 400m 1’05”53 affronta gli 800m in 2’45”89. Stessa distanza per Fabio Massimo Baliva che acciuffa tenacemente anche lui il Pb con 2’16”91 e poi si schiera con la squadra Allievi con Leonardo Dolci-Matteo Bonamano- Gioele Romiti nella 4×400 chiusa in 3’46”76 migliorando il precedente crono di due secondi.

Alle pedane salti, Matteo Bonamano affronta la novità dell’asta e guadagna cm giungendo a 2,20m, nel lungo affonda a 5,62m; Gabriele Tarricone per oggi si ferma a 1,75m.

5000m con Stefano Braccini che macina i 12 giri e mezzo di pista in 17’56”06 e l’infaticabile Gioele Romiti, 18’56”65 scrive il primo punto da cui partire per una gara impegnativa che lo è ancor di più nell’ affrontare immediatamente dopo la frazione della 4×400 della cat Allievi.

Andrea Mancini al peso e le prove dei 400m inseriscono nella prima giornata altri buoni risultati con Riccardo Vanzetti in 51”35 e Jair Di Giovanni in 52”84.

Le ragazze acquistano fiducia dai risultati positivi dei loro compagni e vanno tutte al Pb dei 200m con Maria Vittoria Pistola 28”33, Giulia Iacomelli 30”04, Claudia Bonamano 31”44, Federica Zaccaria 32”11 e affrontano poi la prima uscita assoluta nella 4×400.

Presente a Rieti anche la civitavecchiese Lucrezia Adamo, in forza alla Studentesca Rieti Milardi e seguita da coach Roberto Di Luzio. Per lei una strepitosa vittoria sui 5.000 m, con un minuto di distacco inflitta alla seconda classificata, e minimo di qualificazione per i Campionati italiani Promesse in programma a Giugno a Firenze.