“Palla Ovale”. A tu per tu con Andrea D’Angelo: “Nonostante tutto, c’è sempre entusiasmo”

CIVITAVECCHIA – Nuovo appuntamento con “Palla Ovale”, la rubrica di approfondimento settimanale a cura del Civitavecchia Rugby Centumcellae. Faccia a faccia stavolta con il Presidente Andrea D’Angelo, che fa il punto sulla difficile situazione che, come in tutta Italia, sta vivendo il movimento rugbystico cittadino:

“Il periodo particolare che stiamo affrontando sarà ricordato per moltissimo tempo ed il fatto che ci vediamo con meno frequenza non ha alterato la mia attenzione verso il Club – esordisce D’Angelo – Il nostro gruppo di lavoro sportivo è comunque attivo e si concentra sulla progettualità, sulla crescita continua e in particolar modo sulla speranza e voglia di ricominciare. Con l’ultimo decreto, dove si è passati alla ‘Zona Rossa’ per il Lazio, l’impianto Moretti Della Marta rimane chiuso per alcune categorie , dalla UNDER 6 alla Under 14 ed OLD RUGBY, mentre è consentita l’attività sportiva individuale per la UNDER 16, UNDER 18 e Serie A così come stabilito dal protocollo F.I.R. (Federazione Italiana Rugby) in quanto sport di interesse nazionale. La speranza di tutta la grande famiglia del Rugby Civitavecchia è quella che questo decreto attuale sia l’ultima restrizione per poi ripartire con una programmazione che vada a riportare il Rugby alla sua vera essenza. Nel CRC, nonostante tutto, c’è sempre entusiasmo ,una gran voglia di crescere attraverso una progettualità, i progetti che abbiamo presentato non li abbiamo abbandonati ma li abbiamo riposti in un cassetto in attesa di poterli attuare. Siamo presenti, siamo attivi, siamo vogliosi di riprendere il nostro programma e far si che gli atleti del Rugby Civitavecchia possano tornare al Campo Moretti Della Marta per svolgere l’attività sportiva completa”.

“Voglio personalmente fare i complimenti a tutti i tecnici – prosegue il Presidente – alla direzione tecnica, agli atleti, alla dirigenza, agli accompagnatori/dirigenti, alla segreteria, ai sanitari, allo staff intero e non ultimo ai genitori in quanto tutti insieme stiamo combattendo in prima persona contro questa pandemia. I nostri sforzi sono stati davvero premiati perché nonostante tutto la nostra grande famiglia è aumentata di un gran numero di nuovi atleti tesserati e sostenitori. Sottolineo in modo diretto anche la fiducia che i genitori dei nostri atleti ripongono verso il club accompagnando ed aspettando i loro ragazzi e ragazze agli allenamenti, tutto questo a testimoniare che nel loro atteggiamento esiste la sicurezza che i loro figli e figlie sono in mani sicure, in un ambiente in cui vengono rispettati tutte le disposizioni dei protocolli per la loro integrità e sicurezza sulla salute. Tutte le decisioni prese sono state attuate per la prevenzione e cura della vita di tutti i componenti del club nell’esercizio della disciplina sportiva del Civitavecchia Rugby Centumcellae”.

“La speranza nel prossimo futuro – conclude D’Angelo – è quella di poter riprendere l’attività rugbistica in tutte le sue caratteristiche. A tutti i rugbisti e rugbiste buona palla ovale”.