Notte fonda per la CPC: quaterna a Tarquinia

244

TARQUINIA – Il Corneto Tarquinia tramortisce la CPC2005 e porta tre punti, meritatissimi, nel suo carniere. Una vittoria per 4-0 che, concomitante con la sconfitta della Vigor, gli vale la testa della classifica in coabitazione della PMC.

La prima emozione dopo venti secondi: si incunea Tabarini ma Iacomini è pronto a respingere. La CPC2005 sembra padrona del campo in questo inizio, sull’asse Ruggiero Gallo la seconda occasione per i portuali, ma l’esterno difensivo spara alto. È un fuoco di paglia, alla prima vera occasione passa il Corneto. Palla sul lato destro, appena fuori dell’area, e con una pennellata Pastorelli porta in vantaggio i suoi. Da lì in avanti, se da una parte si macina gioco in maniera sterile, dall’altra si hanno le occasioni più ghiotte. Come quella che ai locali capita al 21?: prima Pastorelli, con Nunziata incerto nel respingere il tiro, poi Catracchia a tira fuori da ottima posizione. È una gara brutta, tanto tatticismo, forse troppo. Il Corneto gioca di rimessa, i portuali sciorinano gioco ma senza il guizzo giusto. Si fa male Sansolini, entra China, a centrocampo nel frattempo si perdono tanti palloni, fin troppi. Petroselli da fuori area scalda i guantoni a Nunziata e allo scadere il portiere portuale, sul tiro doppio dì Pastorelli, evita il raddoppio la Corneto.

Si va così negli spogliatoi, il vento inizia veramente a dar fastidio ma non è una scusante per i portuali. Il Corneto entra agguerrito e al 3? raddoppia: Serpieri perde a centrocampo un contrasto con Catracchia, il centravanti si invola e sul lato destro, solo davanti a Nunziata, non sbaglia. Quante recriminazioni, il Corneto è sul due a zero. Sembra scuotersi la CPC2005 quando all’undicesimo Funari di testa manda di un soffio fuori, Iacomini vede solo sfilare la sfera. Il gol sembra nell’aria ma lo realizza dall’altra parte Pastorelli: altro dipinto calciato su punizione e sfera alle spalle di Nunziata. Che gol, tre a zero. Nunziata poco dopo devia in corner un colpo di testa velenoso di Catracchia su cross del solito Pastorelli, ma nulla può sugli sviluppi del corner e sul tiro in contro balzo di Federici. È una debacle, quattro a zero. Caputo cambia qualcosa ma non serve a nulla, è un giro palla umiliante fino allo scadere del Corneto, che guadagna meritatamente i tre punti.

È notte fonda sul fronte portuale, perchè anche se Mister Caputo a fine gara cerca di limitare i danni assumendosi le sue colpe, la squadra oggi, così nulla e senza mordente, ne è l’artefice. E’ stata l’esatto contrario di quel logo che ha sul petto, sveglia!