La Serramenti Sartorelli si mangia le mani, sorride la Margutta

CIVITAVECCHIA – Non è andata come ci si aspettava la prima giornata di ritorno del campionato di serie C maschile per la Serramenti Sartorelli Asp. Sabato sera i rossoblu sono stati battuti per 3-2 dal Serapo Gaeta al termine di una partita che lascia parecchi rimpianti. Il sestetto di Alessandro Sansolini, privo dello squalificato Piscini, è stato in vantaggio prima per 1-0 e poi per 2-1, ma non è riuscito a chiudere il confronto a proprio favore. Avanti per 23-21 nella parte finale del quarto parziale, Mancini e compagni hanno infatti subito un parziale di 3-0 dagli avversari, che alla fine l’hanno spuntata ai vantaggi per. E come spesso capita in questi casi, i ragazzi della Sartorelli si sono portati dietro il contraccolpo psicologico del set perso anche al tie break, lasciato agli avversari sul 15-12. Musi lunghi a fine partita, soprattutto perché la gara era in pugno e i rossoblu hanno dato più volte l’impressione di poter portare a casa il confronto e l’intera posta in palio. “C’è grosso rammarico – ammette Sansolini – perché potevamo chiudere il match e non siamo stati bravi a farlo. Abbiamo vinto bene il primo ed il terzo set e stavamo conducendo con relativa tranquillità anche il quarto, dopo aver regalato il secondo. Ma abbiamo commesso tantissimi errori, soprattutto in battuta e alla fine l’abbiamo pagata cara. Dobbiamo ricordarci che siamo ancora in zona playout e che ogni partita va giocata al massimo, per evitare di lasciare punti per strada come successo nelle ultime uscite, fatta eccezione per la gara vinta per 3-0 contro la Roma XX”.
I civitavecchiesi restano al terzultimo posto, in zona playout, ad un punto dalla salvezza diretta. Il cammino della Sartorelli Asp riprenderà sabato prossimo, con la trasferta sul campo della Saet.

Tutto secondo i programmi per la Margutta Asp al rientro dopo il giro di boa del campionato di C femminile. Il gruppo di Alessio Pignatelli sabato pomeriggio ha espugnato per 3-0 il campo del Frascati, formazione giovane che non è riuscita ad impensierire le civitavecchiesi. Match mai in discussione, con le rossoblu che dalla prima battuta hanno fatto capire alle avversarie che non avevano intenzione di scherzare né di lasciare punti per strada. Nel terzo set, spazio anche a qualche giovanissima, visto che Pignatelli ha mandato in campo Sorrentino al posto di Scisciani nel ruolo di opposto. “Mi è piaciuta soprattutto la costanza della squadra – spiega il coach civitavecchiese – per tutta la durata dell’incontro, senza cali di tensione. Benissimo Belli e Arena, che stanno dimostrando di essere in gran forma. Va benissimo così, ci prendiamo i tre punti e pensiamo alla prossima sfida, in programma sabato al Palasport contro l’Onda Volley”.
Nonostante il successo, non cambia la classifica della Margutta Asp, che resta al secondo posto, a due punti dalla capolista Virtus Latina, vittoriosa per 3-0 sul campo del modesto Casalandia.