La 4×400 della Tirreno Atletica tra le big nazionali

30

CIVITAVECCHIA – Fine settimana nel segno del tricolore per la Tirreno Atletica Civitavecchia impegnata nel bellissimo scenario dello Stadio Comunale Olimpico Carlo Zecchini di Grosseto per i Campionati Italiani Juniores e Promesse. Cinque giovani atleti classe 2001/2002, accompagnati dai tecnici Federico Ubaldi e Lorenzo Patanè, si schierano tra le più forti squadre d’Italia nelle due diverse staffette previste in questa competizione, la 4×100 e la 4×400.

Nella fresca serata di sabato partono le 4×100 e proprio nella prima serie in quarta corsia ci sono Christian Ceccarelli, Riccardo Vanzetti, Alessio Feuli e Filippo Masoni. I ragazzi, estasiati e stimolati dalla vibrante atmosfera dello stadio, corrono un’ottima staffetta chiudendo in 45”01 e conquistando la 18esima posizione nella classifica complessiva.

Nella calda mattina di domenica invece, si corre la ben più faticosa 4×400. I ragazzi, ancora emozionati dalla prestazione della serata precedente, cominciano a riscaldarsi nella magnifica cornice del campo di riscaldamento adiacente allo Stadio, quando all’improvviso il secondo frazionista, Feuli, sente un fastidio alla coscia che il medico di campo diagnostica come lesione al bicipite femorale. Con un rocambolesco cambio di formazione all’ultimo secondo entrano in campo Pifferi Eric, Ceccarelli Christian, Masoni Filippo e Vanzetti Riccardo. Pifferi parte forte e dà tutto se stesso per far arrivare il testimone al neo entrato Ceccarelli, il quale, presa l’eredità del compagno di squadra infortunato, corre la sua frazione in modo eccelso. Cambio con Masoni che inserisce la quinta marcia e con una frazione velocissima recupera posizioni consegnando la bacchetta a Vanzetti che amministra con grande lucidità la sua frazione tagliando il traguardo con il tempo di 3’36”44. La grande prestazione dei ragazzi vale loro l’ottava posizione in classifica in Italia tra le squadre più blasonate della Penisola.

“Una partecipazione sentita questa dei campionati italiani – dichiarano dalla dirigenza biancoazzurra – che i ragazzi hanno onorato al meglio, sfoderando i loro personal best ma, soprattutto dimostrando la loro grande ecletticità e il loro spirito di abnegazione. Non è facile trovarsi a gestire un contrattempo come quello capitato loro, come un infortunio in call room a 30 minuti dalla partenza, e bravi sono stati i loro allenatori che sono riusciti col poco margine a disposizione, a contattare il medico di campo e ad effettuare la sostituzione ma, soprattutto a catechizzare e stimolare per la gara il sostituto. Un sostituto, va ricordato, che aveva corso la 4×100 della sera precedente e si è sentito catapultato su una distanza per niente facile come i 400 metri con la responsabilità che una staffetta comporta anche verso i propri compagni di squadra. Sono attimi importanti e tutti, sia gli atleti che gli allenatori hanno reagito nel modo migliore. Ottavi in Italia e, se è vero, come è vero, che la staffetta 4×400 è la testimonianza dello stato di salute di una società sportiva, possiamo dichiarare senza ombra di dubbio che la Tirreno Atletica Civitavecchia gode di ottima salute.”

Lorenzo Patanè