Il tie-break condanna la Comal

156

cv volley BonifaziCIVITAVECCHIA – Sconfitta al tiebreak per la Comal Privilege, sabato pomeriggio, contro l’Alfieri Cagliari (questi i parziali: 20-25, 26-24, 25-20, 23-25, 7-15) al palasport di Tolfa. Una gara tra alti e bassi per la formazione rossonera che dopo aver perso il primo set, riuscivano ad imporsi nel secondo e nel terzo mettendo in campo la proverbiale grinta e anche qualche spunto interessante sul piano del gioco. Nel quarto sul 19-15, dopo il  time out chiamato dalla panchina sarda il blackout delle civitavecchiesi con le ospiti che riuscivano a riaprire il match e portare le rossonere al tiebreak. Quinto set ad esclusivo appannaggio dell’Alfieri con la Comal Privilege ormai spenta ed incapace di reagire. Alla fine è arrivato un punto che, vista anche la contemporanea sconfitta del Casal de Pazzi permette alle rossonere di portarsi a due lunghezze dalle romane, prossime avversarie dopo la sosta pasquale. “Una partita tra alti e bassi – dichiara il tecnico Milo Di Remigio – il rammarico per non aver conquistato punti in più rimane ma dobbiamo comunque prendere quello che di positivo ha lasciato questa partita. Alla ripresa la partita a Roma contro il Casal de Pazzi, vista la classifica sarà decisiva”.
Vittoria che ha il sapore della salvezza, invece, in serie C maschile, per la Privilege Civitavecchia Volley, che supera l’Ariccia per 3 a 1 (questi i parziali: 25-12, 25-23, 22-25, 25-23). C’era grande attesa per il match di domenica sera al palasport di Tolfa con le due formazioni a caccia di una vittoria per dare una bella sterzata alla classifica e quindi proseguire la corsa verso la salvezza. Gara a tratti nervosa, soprattutto nel finale dove fioccano cartellini gialli e due rossi (uno per parte) ma alla fine la formazione di Cristiano Cesarini conquista tre punti pesantissimi, sfatando anche un tabù casalingo: era dal girone di andata contro il San Paolo Ostiense che i rossoneri non uscivano dal campo amico con un risultato positivo. Tornando al match, primo due set che scivolano via senza grossi problemi per la Privilege. Nel terzo, in vantaggio per 19 a 14 i rossoneri si fanno recuperare dai castellani che chiudono sul 25-22, riaprendo una  gara che sembrava chiusa. Quarto set molto nervoso, con le due squadre che lottano punto su punto, alla fine però vince il Civitavecchia Volley, grazie alla forza del gruppo  con tre punti pesantissimi per la classifica. “Sapevamo di dover dare il massimo – commenta il direttore generale del Civitavecchia Volley, Carlo Gasparri – e voglio  fare un elogio alla squadra che ha saputo tirare fuori tutte le energie nervose nel momento più importante del quarto set, quando si rischiava di andare al tiebreak”. (nella foto Bonifazi)