Francesca Della Rosa splendido bronzo agli Assoluti di karate

1092

francesca della rosaCIVITAVECCHIA – Domenica scorsa al palazzetto dello Sport di Ostia , si sono dati battaglia i migliori atleti d’Italia e del Mondo tra cui due campioni del mondo in carica (Stefano Maniscalco delle FF.GG. e Luigi Busa del G.S.F.) una campionessa del mondo (Vitelli Greta del G.S.F.,la vice campionessa mondiale Selene Guglielmi delle FF.OO, e le Campionesse Europee Gandin Sara e Pasqua Laura); è giusto precisare, per i non addetti ai lavori, che L’Italia è la nazione Campione del Mondo in carica e parliamo della Wold Karate Federation dove milita la FIJLIKAM federazione del CONI e della C.I.O. (Comitato Internazionale Olimpico).
Unica società locale presente all’evento è stata la Mabuni-Club rappresentata dall’atleta Francesca Della Rosa, classe 1989, qualificatasi alla gara perché prima alle qualificazioni regionali.
La mattina del 15 iniziavano le gare femminili. L’atleta della Mabuni cat. 61 kg. (tabellone di 30 atlete) giungeva agevolmente alla finale di pool dove si trovava ad affrontare nel primo combattimento l’atleta di Treviso Furlanetto Enrica, l’atleta di Bergamo Foresti Veronica (campionessa Italiana uscente), la laziale Colelli Sara che batteva senza alcun indugio e giungeva in finale di pool dove si trovava a dover contrastare la campionessa Europea del gruppo Sportivo Forestale Pasqua Laura . In questo incontro l’atleta Civitavecchiese usciva battuta di poco (2-1) veniva quindi ripescata pedr il terzo posto dove batteva l’atleta di Cremona Zacco Vanessa.
Tali risultato portava la Della Rosa sul podio degli Assoluti, risultato che dopo parecchi anni vede di nuovo un’atleta di Civitavecchia conquistare tale podio; l’ultima atleta di Civitavecchia ad aver ottenuto tali risultati è Stefania Iacobelli, insegnante tecnica di Francesca, che è salita sul gradino più alto come campionessa Italiana.
“Ottimo il risultato –  commenta la stessa Iacobelli – considerato l’alto livello di preparazione e con atlete appartenenti a Gruppi Sportivi Militari, stipendiate e che fanno tale sport per lavoro”. Tale risultato ha permesso a Francesca di conquistare anche il 3° Dan per meriti agonistici.