Dal “Paolo Rosi” esordi e conferme per la Tirreno Atletica

193

CIVITAVECCHIA – Un altro pomeriggio di sport al “Paolo Rosi” di Roma, meglio conosciuto come lo stadio delle Aquile, e Tirreno Atletica Civitavecchia ancora protagonista.

Si parte con la gara di velocità per eccellenza, i 100m, dove il nostro Eric Pifferi, nonostante una serie difficile con delle false partenze che hanno reso particolarmente nervoso l’avvio, sfiora il suo personale e chiude in 12”49.

Si passa ai 1500m Assoluti che vedono il rientro in pista di Emiliano Catullo, su una distanza per lui non solita, e finalmente con lui riparte la stagione anche per i Master. Emiliano dimostra un’ottima condizione e preparazione chiudendo in 4’30”02 dopo una gara corsa su ritmi piuttosto regolari. Subito dopo è il momento dell’Allieva Margherita Di Vaia (2004) che al suo esordio sulla distanza taglia il traguardo in 5’55”02.

Chiudono la giornata di gara i 5000m Assoluti, corsi in notturna per sfruttare il beneficio della temperatura. In prima serie Matteo Moretti (1991) dimostra il suo splendido stato di forma chiudendo con il record personale in 15’32”92. Esordio in questa gara per l’Allievo Stefano Braccini (2003) che, dopo la parentesi da velocista sulla pista di Tivoli la scorsa settimana, torna nella sua confort zone da mezzofondista tagliando il traguardo in 17’45”07, dopo una gara corsa in progressione, senza tentennamento alcuno. 

L’atleta di casa e portacolori reatina, Lucrezia Adamo (2001) torna a gareggiare e, nonostante alcune distrazioni di ordine tattico in alcune fasi concitate della gara, chiude la sua fatica in 17’55”30, subito minimo per i campionati Italiani di categoria; una prestazione che, proprio per le circostanze in cui si è manifestata, regala belle conferme e soprattutto lascia prevedere margini importanti.

 

Lorenzo Patanè