Battuta l’Ottavia, finisce il tour delle amichevoli per la CPC

210

CIVITAVECCHIA – Finisce con un 3-2 per la CPC2005 contro l’Ottavia. Tanti i gol sotto sotto un sole ancora implacabile e con le emozioni per i presenti che non sono state poi così eccessive, a parte i gol tutti di pregevole fattura.

Buon primo tempo dove le squadre si sono equivalse nei primi minuti, per vedere una leggera supremazia dell’Ottavia nella seconda parte, e con una ripresa dove, a parte il gol di Rocchi, la CPC2005 ha dominato per larghi tratti. Buon test per gli uomini di Caputo, contro una compagine ben attrezzata per far bene nel campionato di Eccellenza, preambolo per entrambe all’avvio ufficiale di stagione.

Uscito Ruggiero per un pastone alla caviglia, qualche giorno di stop e si spera di recuperarlo per Acquapendente. Caputo opta per il classico 4-2-3-1 piazzando Nunziata tra i pali, Gimmelli e Treccarichi a comporre il duo centrale, con Funari e Gallo ad agire sulle fasce. In cabina di regia Bevilacqua e Esposito, con Ruggiero, Metta e Delogu davanti a loro ed a innescare Tabarini. Fase di studio all’inizio poi sale in cattedra la CPC2005. Lampo di Ruggiero al decimo: tandem con Metta e serpentina a rientrare, col tiro che si ferma sulla base del palo; Tabarini è lì e insacca alle spalle di Miozzi. CPC2005 in vantaggio. L’Ottavia poco dopo ha la palla del pareggio con Petrini, lancio in profondità per il numero dieci con la sfera che si spegne di poco a lato. Il pareggio dell’Ottavia arriva poco dopo: doppia la conclusione di Cervini, sulla prima un mezzo miracolo a tu per tu di Nunziata, e sulla ribattuta la sfera finisce nel sacco. Pari. L’Ottavia cresce e la CPC2005 non riesce a essere più spumeggiante come all’inizio. Nunziata si supera alla mezz’ora, volo ad angelo e palla sottratta dalla rete. Marino poco dopo prende il palo, il gol sembra nell’aria. Test vero. La CPC2005 non sta a guardare e sull’asse Metta-Tabarini- Delogu va vicino al raddoppio. Finisce in pratica qui la prima frazione, Ottavia una buona squadra che sembra attrezzata a far bene, la CPC2005 un po’ imprecisa negli appoggi ma che regge bene l’urto.

Cambi per Caputo ad avvio di ripresa, Pancotto per Nunziata, Serpieri per Treccarichi, Feuli per Delogu, Di Gennaro per Esposito e Spanò per Ruggiero. Stessa sorte agli uomini di Porcelli, rotazione completa dei giocatori. Pronti e via e due miracoli del portiere romano precludono al vantaggio portuale, al tiro Tabarini e Metta ma l’estremo difensore si supera. Tabarini e Spanò vanno vicino al raddoppio poco dopo, buono l’approccio della Roja in questo avvio. CPC2005 ancora vicino al gol al quindicesimo, cross di Di Gennaro e colpo di testa di Funari parato dal portiere. A sorpresa però l’Ottavia passa in vantaggio, cross nel cuore dell’area con Rocchi che in solitaria insacca alle spalle di Pancotto. Uno due. La CPC2005 continua a macinare gioco e poco dopo arriva al pari. Asse Gallo Tabarini, progressione del terzino portuale e cross nel mezzo, irrompe Tabarini e insacca: due a due al 23?. Cazzulani per Metta e Cherchi al posto di Funari, questi i cambi di Caputo quasi alla mezz’ora. Forse cambia troppo Porcelli e la CPC2005 più sciolta negli schemi ne approfitta. Di Gennaro per Gallo che a tu per tu col portiere insacca la sfera che vale il vantaggio. Finisce in pratica così senza altri sussulti. L’appuntamento per i giocatori è a martedì, da quel giorno si inizierà a pensare alla Vigor Acquapendente.