Asp Civitavecchia, 150 bambini giocheranno a minivolley festeggiando il Natale

490

CIVITAVECCHIA – Un festa di Natale in piena regola, con circa 150 bambini impegnati in partite di minivolley con l’obiettivo di rafforzare i principi educativi, socializzanti e ludico sportivi. È lo straordinario risultato ottenuto dall’Asp Civitavecchia, che domenica mattina ha ospitato al Palazzetto dello Sport Natale di Volley, un torneo di minivolley nell’ambito del progetto “La Pallavolo nei Comuni del Lazio”, manifestazione voluta e realizzata dai Comitati FIPAV Lazio e FIPAV Roma in sinergia con il Consiglio Regionale del Lazio che ha . E quella di domenica è stata l’ultima delle tappe, che, oltre all’Asd Pallavolo Civitavecchia, ha visto la partecipazione di tante altre società: AS Volley Allumiere, Monterosi Volley, Vbc Viterbo, Tuscania Volley, Volley Life, Vetralla, Pallavolo Tolfa e Gao Orbetello.

In più la Festa di Natale era valida anche come prima tappa del torneo di minivolley del comitato di Viterbo. Sotto l’occhio attento dei loro allenatori, i ragazzi intervenuti hanno dato vita a vari mini tornei di pallavolo che hanno avuto quali indiscussi protagonisti il divertimento e l’allegria. Al termine della manifestazione i ragazzi hanno ricevuto in dono alcuni gadget ed hanno avuto modo di festeggiare tutti insieme e scambiarsi gli auguri per le ormai prossime festività natalizie.

La Pallavolo nei Comuni del Lazio ha centrato in pieno i nostri obiettivi di promuovere questa bellissima disciplina nel territorio del Lazio – ha spiegato il Presidente della Fipav Lazio Andrea Burlandi – attraverso delle iniziative mirate a formare e soprattutto far divertire i nostri giovani pallavolisti, siamo riusciti a riempire gli impianti e le piazze della nostra regione con “Natale di Volley” e “La Giostra dei Comuni”. Doverosi i ringraziamenti al Consiglio Regionale del Lazio per averci accompagnato in questa bellissima avventura”.
Grande soddisfazione anche in casa Asp Civitavecchia, per aver preso parte e avuto anche l’onore di ospitare questo progetto. “Per noi non è semplice organizzare appuntamenti del genere – spiega il coordinatore Sirio Gatti – perché serve un grandissimo impegno. Ma tutti i nostri sforzi vengono ripagati dalla gioia di vedere giocare tutti questi bambini, nel nome dello sport sano”.