“Li poricristi

0
205

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Li poricristi

Chi sputa dentro ar piatto ndo ha magnato

Lo devi da guardà co’ diffidenza

Perché adè uno che nun cià coscienza

E po’ tradì perfino er parentato.

Er risultato è semplice e scontato

Nun c’è bisogno de chiaroveggenza

Er trasformista n’ha d’avé clemenza

Da la gente dev’esse allontanato.

Ma si giri lo sguardo tutt’intorno

Ne vedi ‘na marea d’opportunisti

Se tratta per lo più de perdigiorno

Che vonno diventà protagonisti

Perché qua dove un omo vale un corno

S’apre la strada pe li poricristi.

Pasquino dell’OC

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY