“La perfezzione”

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “La perfezzione”

Nun vojo giudicallo er Padreterno
Lui adè Lui e io nun conto un cazzo
Quanno penso ar creato m’imbarazzo
Difronte a la bellezza me prosterno.

Ha fatto tutto senza scordà gnente
Tutto è perfetto tutto cià ‘no scopo
Facenno er gatto ha fatto pure er topo
L’animale gentile e er prepotente.

Cià fatto ‘na natura ch’è perfetta
Nun c’è ‘na cosa ch’adè foriposto
Tutto studiato, tutto predisposto
Cià ‘no scopo perfino la puzzetta.

Di fronte a sta grandiosa perfezione
Com’è sortito l’omo ch’è un cojone?

Pasquino dell’OC