“Io vorrebbe capì”

349

Da Pasquino dell’Ottimo Consiglio un nuovo sonetto dal titolo “Io vorrebbe capì”

Io vorrebbe capì da chi capisce
Quello che sta a succede cor governo
Perché, m’hai da scusà, nun so’ moderno
E la raggione mia ce se smarrisce.

Io me domanno, ma li cinquestelle
Chiedono a destra e chiedono a sinistra,
Senza distingue co’ chi s’amministra?
A me me viè er tremore ne la pelle.

Te devo confessà che ciò creduto
Che c’è ‘na differenza sostanziale
E si me levi questo so’ perduto

Perché me dici che adè tutto uguale,
Che in fonno er qualunquismo cià fottuto,
Che non distingue più tra er bene e er male.

Sarò superficiale
Ma devo di che ciò pure er sospetto
Che er cinquestelle vole fa er furbetto.

Pasquino dell’OC